L’insegnamento lasciato da Nadia Toffa in tutto il suo percorso è davvero eccezionale, così come il testamento lasciato è davvero raro.

Nadia Toffa ed il suo testamento

Nadia Toffa ed il suo testamento speciale

Dopo la sua battaglia, che è stata d’esempio per tutti per la forza con la quale l’ha combattuta, Nadia Toffa ci lascia anche un testamento davvero senza eguali.

Non è riuscita a vincerla e ci ha lasciato il 13 Agosto, come tutti sappiamo, a solamente 40 anni, ma nelle varie interviste rilasciate ha dato prova di grande forza e di speranza, lasciando un testamento spirituale davvero speciale.

Il suo testamento

Quando è stata ospite nel programma “Verissimo ” ha ripetuto più volte che “il Signore non è cattivo e che non ci vuole vedere soffrire” e ha fatto più volte presente la sua forte fede in Dio.

Proseguendo nell’intervista ha fatto anche altri esempi.

“Muoiono tanti bambini al primo giorno di vita….questo è il mio dolore e io me lo devo portare, è il mio fardello ”  e ” da una sfida si può trovare anche del buono“.

Ovviamente non mancano i cenni alla sofferenza che la malattia può portare il tutto il percorso, con le relative sfide, ma ogni persona le affronta in maniera personale e diversa dagli altri.

LEGGI ANCHE —> Nadia Toffa dove aveva il tumore

Fa anche cenni al grande coraggio dei medici e al sostegno che si può ricevere tramite la clown terapia, dove un sorriso sicuramente non combatte la malattia ma migliora lo spirito ed alleggerisce la mente, per quanto possibile.

Sul finire dell’intervista si scusa per un suo vecchio post su Instagram dove aveva usato la parola “dono” specificando che era riferito alla vita e non alla malattia, come qualcuno aveva capito.

E’ stata sicuramente una donna da ammirare e prendere come esempio per la sua volontà di non arrendersi mai e di combattere, anche nei periodi più negativi.

Un bellissimo esempio che andrebbe messo in atto, nella vita di tutti giorni, dove ogni persona combatte le sue battaglie, dalle più piccole alle più grandi.