Da sempre, quando vediamo un bambino grattarsi la testa, pensiamo: ”Eccolo lì, ha i pidocchi”. Il problema principali dei pidocchi è quello di mandarli via, visto che ovviamente a nessun bambino piace essere pettinato con un pettine per pidocchi, perché è doloroso e perché ci vuole molto tempo per assicurarsi che siano veramente spariti.

I pidocchi, infatti, non sono molto comuni tra gli adulti, ma si diffondono più facilmente tra i bambini, che li possono contrarre per esempio a scuola o al parco giochi, visto che passano molto più tempo a contatto ravvicinato. Attenzione, avere i pidocchi non è particolarmente pericoloso, ma causa certamente molto fastidio. Ci sono alcuni shampoo molto potenti prodotti per rimuovere i pidocchi , ma non sempre fanno effetto. In questo articolo vi suggeriamo un metodo economico e naturale per contrastarli.

Servono: un pettine per pidocchi, collutorio, aceto di vino bianco, una busta di plastica o una cuffia da doccia e un asciugamano

Bisogna bagnare i capelli con il collutorio e coprirli con la busta di plastica o con la cuffia da doccia, lasciando poi riposare per un’ora. Ai pidocchi, sembrerà assurdo, dà fastidio il forte odore del collutorio. Sciacqua poi i capelli e poi bagnali di nuovo, stavolta con l’aceto di vino bianco, il quale aiuta a liberarsi dalle uova. Lascia quindi agire anche l’aceto per un’ora tenendo i capelli coperti. Successivamente lava i capelli con un normale shampoo e pettinali con il pettine per pidocchi. E il risultato dovrebbe essere quello di aver debellato i pidocchi. Provare per credere…