Le bambole sono oggetti molto comuni fra le bambine, ma difficilmente vengono scambiate per neonati reali. Esiste invece una originale congrega di artisti adulti amanti di bambole iperrealistiche, chiamati “Reborners”.  La fotografa Jamie Diamond ha realizzato un reportage su questo mondo. I Reborners sono gli artisti che creano queste bambole, e sono quasi tutte donne. Partono da delle bambole normali e sovrappongono livelli sempre più realistici. Il risultato finale è abbastanza sconcertante. A volte queste bambole sono tenute, altre volte messe in “adozione” su ebay.

Ecco la stanza di un collezionista

Il realismo di queste bambole va oltre l’aspetto. Alcune hanno anche una struttura interna che riproduce le ossa e alcune profumano di neonato. Non è stato facile per la fotografa documentare questo mondo, perchè quella dei Reborners è quasi una setta nella quale è difficile entrare.

La fotografa ha creato personalmente, durante 9 mesi, alcune bambole che poi ha venduto

Una bambola ispirata a Gesù Bambino in stile Raffaello

Nel progetto Mother Love ha creato bambole che ricordano il volto di Gesù bambino nei vari dipinti della storia

Stile Durer

Stile Bellini

Una foto di “madre” Marylin, una delle Reborners, con la sua creazione. Dalla distanza la bambola sembra davvero un bambino

“Madre” Ping

“Madre” Brenda

“Madre” Karen

L’idea di creare delle bambole iperrealistiche da accudire e abbracciare può sembrare inquietante a prima vista. Ma la comunità di donne artiste che hanno questa passione sembra avere dei benefici da questa pratica, sia nella fase di creazione, che è molto rilassante, sia in termini psicologici.

Per maggiori informazioni sui Reborners questo è uno dei loro siti principali.