La quinta malattia o eritema infettivo è una malattia infettiva causata dal parvovirus B19. Fa parte delle cosiddette malattie esantematiche, ma è la meno diffusa e la meno conosciuta.

L’eritema infettivo è una malattia molto comune in età infantile e tende a colpire soprattutto il volto. Si chiama quinta malattia perché le diverse malattie esantematiche sono state classificate in base all’ordine cronologico di scoperta. 

La Quinta malattia nei bambini colpisce tra i 5 ed i 15 anni tra l’inizio della primavera e nel tardo inverno.

I sintomi della quinta malattia sono generalmente di lieve entità,  salvo alcune rare eccezioni.  In generale comincia con la comparsa di un eritema e rossore sulle guance, che appaiono gonfie e dolorose. In alcuni casi si verifica anche una lieve febbre, con dolori articolari, mal di testa e rinite. L’eruzione, dalle guance, poi si espande e raggiunge tronco, arti superiori ed inferiori.

I sintomi della Quinta malattia si possono quindi riassumere così:

  • eritema sulle guance, a cui segue un’eruzione cutanea in tutto il corpo;
  • infiammazione di mani, polsi, caviglie, ginocchia, che può comparire assieme all’esantema;
  • febbre e sintomi influenzali;
  • enantema orale (macchioline rosee sotto al palato e sulla mucosa faringea);
  • adenopatie (infiammazione dei linfonodi) occipitali o latero-cervicali.

La Quinta malattia ha un periodo di incubazione che va dai 4 ai 20 giorni, durante il quale i virus entrano in circolo e vengono eliminati in grande quantità attraverso le vie respiratorie.

Il periodo di contagiosità dura circa una settimana e coincide con la fase dei sintomi che precedono il quadro clinico definitivo. Alla comparsa delle eruzioni cutanee è già praticamente terminata la contagiosità ed è già in atto la risposta immunitaria.
Se sono presenti, i dolori articolari e muscolari si risolvono in 2/4 settimane e in, condizioni normali, tutta la sintomatologia si risolve spontaneamente senza un trattamento specifico.

Quali sono le cure della quinta malattia nei bambini?

L’eritema tende a scomparire in modo graduale, man mano che la malattia si evolve. Più della metà dei pazienti guarisce completamente in 5-8 giorni, in alcuni casi però sono necessarie tre settimane.

Generalmente, la quinta malattia non richiede una terapia specifica, l’unica cosa che si può fare e alleviare i sintomi. Nel caso di febbre, il medico consiglierà degli antipiretici. Se invece la quinta malattia è accompagnata da prurito potrebbero essere prescritti degli antistaminici. 

Per alleviare il prurito nei bimbi risultano utili anche altri rimedi tra cui:

  • bicarbonato di sodio: da utilizzare diluito nell’acqua per il bagnetto;
  • amido di riso: per bagnetti lenitivi;
  • bagno d’avena;
  • calendula: talco alla calendula o pomata alla calendula;
  • olio di mandorle dolci spremute a freddo;
  • vitamina C, che sostiene il sistema immunitario e accelera la guarigione.

Durante e subito dopo la malattia non bisogna assolutamente esporsi al sole né fare bagni troppo caldi.