La muffa nera è molto pericolosa per la salute. Per capire se è presente nella tua casa ci sono alcuni segnali ben chiari. Il primo indizio può arrivare dalle finestre. Di solito si appannano quando fa caldo, ma se sono appannate anche quando non dovrebbero significa che c’è dell’umidità che si sta raccogliendo in qualche zona della casa e che vi sta crescendo la muffa. Un altro sintomo è dato dalle macchie. La muffa nera si manifesta con macchie di sporco grigiastre o nerastre in posti diversi. I posti più tipici per scoprire queste macchie sono su stucco, sui davanzali, sull’intonaco delle piastrelle. Inoltre si può trovare anche sotto carta da parati e tappeti. La muffa nera può accumularsi anche nelle prese d’aria sporche. Se c’è una nuvola di polvere che esce dalle prese d’aria, significa che c’è muffa. Per rimuovere la muffa si può consultare un professionista. Altra possibilità, ovvia, è quello di rimuoverla appena possibile. Bisogna indossare guanti di gomma e una maschera, durante il procedimento. Strofinare la zona interessata con una soluzione apposita per la pulizia delle muffe e cambiare le spugne per liberartene in modo efficace. Acquistate dei filtri dell’aria per combattere la muffa nelle prese d’aria. Cercate di sistemare i problemi di umidità, quindi controllate eventuali perdite e sistematele il prima possibile. Spesso però per rimuovere del tutto la muffa nera c’è bisogno di un aiuto professionale.