messa marijuana scherzo

Messa ‘alla marijuana’: tutta colpa di uno scherzo di cattivo gusto

A Chieti. in Abruzzo, è andato in scena qualcosa visto solo nei film demenziali: al posto dell’incenso, alla messa è stata diffusa della marijuana.

Roba da non credere: un parroco di Chieti, in Abruzzo, ha celebrato la messa con della marijuana al posto dell’incenso. E così l’omelia della domenica si è trasformata in un improvvisato party ‘stupefacente’. il fatto è avvenuto in una piccola chiesa della località del centro Italia.

I primi effetti si sono avuti proprio sul malcapitato prelato, che a quanto pare sembrerebbe essere del tutto estraneo alla vicenda. Dopo la messa, la perpetua aveva notato che il prete non appariva affatto al massimo della forma. Era davvero in preda ad un evidente stato confusionale.

La donna ha così deciso di portare il sant’uomo al locale pronto soccorso. Qui i sanitari hanno riscontrato una intossicazione da una particolare variante di cannabinoide sintetico, il JWH 122. E lo stesso era accaduto anche a diversi altri fedeli.

Marijuana invece dell’incenso, che stupido scherzo

Tutti loro avevano come comun denominatore il fatto di aver assistito a quella messa al sapore di marijuana. Sulla vicenda si è reso necessario l’intervento dei carabinieri. I quali, in seguito ad una rapida indagine, hanno scoperto che è stato tutto frutto di uno scherzo di cattivo gusto.

I responsabili sono stati due ragazzi che partecipano attivamente alla vita della parrocchia. Erano stati loro a rimpiazzare l’incenso con la marijuana. E pensare che in un primo momento in parecchi avevano pensato che si fosse trattato di un atto messo in pratica in maniera deliberata proprio dal prete. Che invece risulta essere del tutto estraneo a quanto successo.