malattie silenziose pericolose

Le malattie più silenziose e pericolose? Sono queste

Esistono tre malattie in particolare che vanno temute in quanto silenziose, prive cioè di effetti visibili direttamente nel fisico. Ma possiamo preservarci.

Tra le malattie che più si diffondono anche a causa di fattori quali l’età e gli stili di vita, figurano il diabete, i problemi di natura arteriosa e l’osteoporosi. Tra l’altro si tratta di patologie che hanno in comune il fatto di non presentare alcun sintomo esterno che sia visibile.

Per cui bisogna far si che vengano riscontrate in tempo, allo scopo di poterle poi curare con la necessaria e dovuta attività di prevenzione. Il diabete affligge il 9% dell’intera popolazione mondiale, e di questi 4 su 10 lo scoprono in ritardo. I sintomi più leggeri sono mal di testa frequenti.

Ma in generale è difficile accorgersi di essere malati di diabete in tempo. Per tenerlo alla larga c’è bisogno di curare la propria alimentazione e fare un minimo di attività fisica. Ad essere colpiti sono maggiormente le persone con età superiore ai 40 anni, oltre che gli individui sovrappeso. Ma anche i giovani non sono al sicuro, tanto è vero che si parla di diabete giovanile.

C’è poi la ipertensione arteriosa, che colpisce l’apparato circolatorio e può essere causa di infarti improvvisi. Non c’è modo di sapere se si è soggetti a questa malattia. Quel che resta da fare è sottoporsi a visite periodiche dal medico di fiducia, ed anche controllare la storia clinica di famiglia. Ricordate comunque di controllare la pressione almeno una volta all’anno.

Infine ecco l’osteoporosi, in assoluto la più ‘silenziosa’ tra le malattie. Nel 90% si stima che la diagnosi è giunta con ritardo. Questa patologia indebolisce le ossa, anche in maniera estrema. Al punto da rendere pericolose cadute e conseguenti fratture.

Ne sono maggiormente soggette le persone anziane, che devono fare i conti con una riparazione dell’osso che non avviene in maniera naturale come dovrebbe. L’osteoporosi può essere anche causa di emorragie interne, nei casi più estremi.

Gli esperti hanno notato comunque che anche chi abusa di fumo, alcolici, medicinali e stupefacenti sembra essere più esposto. La cosa migliore da fare contro tutte le malattie concepibili è quella di assumere uno stile di vita sano sia nell’alimentazione che nel movimento.