Il motivo per il quale la Chiesa Cattolica osserva come giorno santo la domenica piuttosto che il sabato è riconducibile al fatto che nostro Signore Gesù Cristo è risorto proprio di domenica, inaugurando la nuova alleanza con Dio.

Secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica: “La domenica si distingue nettamente dal sabato al quale, ogni settimana, cronologicamente succede, e del quale, per i cristiani, sostituisce la prescrizione rituale. Porta a compimento, nella Pasqua di Cristo, la verità spirituale del sabato ebraico ed annuncia il riposo eterno dell’uomo in Dio. Infatti, il culto della legge preparava il Mistero di Cristo, e ciò che vi si compiva prefigurava qualche aspetto relativo a Cristo“.

Già al tempo degli apostoli la Messa si celebrava “il primo giorno della settimana”, cioè la domenica:

Negli Atti degli Apostoli (20,7): “Il primo giorno della settimana ci eravamo riuniti a spezzare il pane (ovvero l’Eucaristia)…”

Nell’Apocalisse (1,10), San Giovanni dice: “Rapito in estasi, nel giorno del Signore (domenica), udii dietro di me una voce potente, come di tromba, che diceva…”

In 1Cor 16, 2, San Paolo apostolo conferma che la colletta cultuale era fatta “ogni primo giorno della settimana” (domenica).
Si tratta di una questione così elementare che anche la Chiesa ortodossa e le Chiese protestanti storiche (più antiche) osservano il giorno del Signore – la domenica santificata – e non più il sabato ebraico.

Sant’Ignazio di Antiochia (107), martire nel Colosseo di Roma e vescovo della Chiesa delle origini, dichiarò:

Quelli che erano per le antiche cose sono arrivati alla nuova speranza e non osservano più il sabato, ma vivono secondo la domenica, in cui è sorta la nostra vita per mezzo di Lui e della sua morte” (Ai cristiani di Magnesia, 9,1).

Anche San Giustino martire (165) ci ha offerto la sua testimonianza:

“Ci riuniamo nel giorno del sole innanzitutto perché questo fu il primo giorno della creazione, quando Dio trasformò le tenebre e ordinò la materia informe. In secondo luogo perché in tale giorno Gesù Cristo nostro Salvatore risorse dai morti” (Apologia 1,67).

Ecco spiegato il motivo per cui non si osserva più il sabato ebraico ma la santa domenica, in memoria del Cristo redentore.