L’esaurimento emotivo, seppur sia un cosiddetto ‘burnout’ mentale, può portare a seri problemi anche fisici.

Si può finire vittime di un’inerzia che ci accompagna nella nostra vita quotidiana con una sensazione di peso che ci portiamo addosso continuamente.

L’esaurimento emotivo nasce sostanzialmente da uno squilibrio tra ciò che si dà e ciò che si riceve. Il lavoro, la famiglia e le relazioni interpersonali diventano così una fonte di stress da cui sembra praticamente impossibile uscirne.

Nonostante si verifichi come una vera e propria ‘esplosione’ interna, vi sono alcuni indizi che ci possono aiutare a capire se siamo sul punto di esplodere:

Stanchezza fisica

Insonnia

Irritabilità

Mancanza di motivazione

Distensione affettiva

Dimenticanza frequente

Difficoltà nel pensare

Per superare lo stato di esaurimento emotivo la persona soggetta ha bisogno di molto riposo. Staccare dalla routine quotidiana, allontanare per un po’ gli affetti e, in generale, tutte quelle situazioni che potrebbero creare una ricaduta. Concedersi una vacanza, inoltre, è il modo migliore per ricaricare le batterie ed essere pronti ad affrontare tutte le sfide della vita,