Malattie come il diabete possono essere efficaciemente contrastate da uno stile di vita sano e attivo e da un’alimentazione adeguata.

Gli alimenti mediterranei sono risultati protettivi in tal senso grazie all’elevata presenza di vitamine e polifenoli che con il loro effetto antiossidante combattono l’invecchiamento patologico.

Valter Longo dell’University of Southern California e responsabile del programma ‘Oncologia e Longevità’ dell’Ifom (Istituto di oncologia molecolare della Fondazione italiana ricerca cancro), ha sviluppato la “Dieta mima digiuno” e la “Dieta della Longevità“.

LEGGI ANCHE —> Maria Grazia Cucinotta il suo intimo non contiene le sue forme prosperose-FOTO

LEGGI ANCHE —> Giulia De Lellis pubblica uno scatto completamente senza veli-FOTO

Sono regimi alimentari basati sul consumo di cereali integrali, pesce, legumi, verdure e frutta di stagione, ma con una riduzione delle calorie tra il 50 e il 70% che va seguito per cinque giorni una–due volte l’anno. La Dmd, ad esempio, si è dimostrata capace di ridurre il grasso addominale (fonte di molecole pro-infiammatorie) e, nel contempo, di stimolare un processo di riprogrammazione e rigenerazione cellulare.

Inoltre, tali diete, al pari della dieta mediterranea, grazie al buon contenuto in acidi grassi monoinsaturi e in grassi omega-3 (grassi fondamentali nel mantenimento della struttura delle membrane delle cellule nervose), sono in grado anche di contrastare il declino della memoria spesso presente nell’invecchiamento e, pertanto, prevenire la demenza, garantendo una longevità di qualità.