Un crampo notturno sicuramente è una situazione che tutti hanno provato prima o poi nella vita. Vi è mai capitato di svegliarvi dopo aver provato un’intensa fitta a un muscolo che si contrae e rischia di portare addirittura ad urlare? Nella maggior parte dei casi non è una situazione grave, ma neanche da lasciar scivolare via senza pensarci.

I crampi notturni, ecco da cosa dipendono

Una posizione sbagliata durante la notte può portare ad accusare questo dolore. Una carenza di sali minerali può dipendere anche dall’attività fisica, ma potrebbe trattarsi anche di una temperatura troppo bassa nella camera dove si dorme.

Alcune carenze come quella di potassio possono portare a questo. In casi più gravi si parla anche di insufficienza venosa. A volte però si capisce quali siano i muscoli e si possono effettuare anche degli esami abbastanza specifici.