Con l’arrivo dell’estate aumenta esponenzialmente il consumo di frutta fresca, soprattutto di anguria e melone. Sono rinfrescanti, ricchi di sali minerali e di proprietà benefiche e, nel caso del melone, aiuta pure con l’abbronzatura. L’unico problema è che risulta difficile capire dall’esterno quale sia il melone migliore da acquistare al supermercato o dal fruttivendolo. In realtà un metodo esiste eccome, vi basterà utilizzare la vostra vista, il vostro tatto ed il vostro olfatto!

  • Quando scegliete un melone date un’attenta occhiata alla sua buccia: questo frutto presenta delle crepe sulla buccia e più queste sono definite tanto più il frutto è maturo. Ma non è tutto: contanto gli spicchi che una volta tagliato diventeranno fette, dovreste arrivare al numero perfetto di dodici.
  • Ora è il momento di prendere in mano il vostro melone: dovete sapere che più è maturo e più risulta pesante sul palmo della mano, quindi a parità di dimensioni scegliete sempre il più pesante. La buccia inoltre deve essere morbida, ma non molle.
  • Da ultimo, annusate sempre il melone che avete intenzione di acquistare, perchè un melone perfettamente maturo emana un odore dolce e molto aromatico. Al contrario, un melone prossimo al marcescenza avrà un odore forte e intenso, quasi sgradevole.