il bianco, si sa, è un colore ostico e delicato per l’abbigliamento.

E’ costantemente esposto al rischio di macchie indesiderate ed antiestetiche, ragion per cui quando lo si indossi bisogna prestare la massima attenzione a qualunque pericolo. E non ci riferiamo solo alla semplice salsa di pomodoro, che va via usando uno smacchiatore e della candeggina, ma a delle macchie ancor meno gradevoli: gli aloni di sudore.

Come eliminare le macchie di sudore

Chi ha una certa dimestichezza col bucato sa bene che eliminare gli aloni di sudore da certi tessuti è più difficile che rimuoverli da altri.

Questo non dipende tanto dal tipo di lavaggio, quanto piuttosto dalla reazione delle fibre che compongono il tessuto stesso.

Non è sufficiente quindi recarsi al supermercato e scegliere il detersivo più costoso e più efficace, perché non sarebbe d’aiuto nell’effettiva risoluzione del problema. Per eliminare gli aloni di sudore dai capi bianchi serve ben altro, inclusa una buona dose di pazienza. Innanzitutto è bene sottolineare che non necessariamente occorrono dei prodotti chimici.

Quelli naturali, anzi, sono in questo caso molto più indicati, perché sono delicati e dunque potenzialmente meno nocivi per i capi che richiedono di essere maneggiati con cura. Basti dire, a sostegno di questa teoria, che uno degli sbiancanti più efficaci in assoluto è quello a base di sale, bicarbonato di sodio ed aceto.

Una miscela naturale per elimanre gli aloni

Una miscela completamente naturale, dunque, che è straordinariamente in grado di penetrare all’interno dei tessuti e di rimuovere, anche piuttosto velocemente, quei terribili aloni di colore giallastro che compaiono quando si suda per via delle elevate temperature o per lo sforzo. Oltre ad essere portentoso sul piano meramente pratico, questo sbiancante naturale ha un altro pregio: rispetta l’ambiente perché ad impatto zero e non danneggia in alcun modo in tessuti.

Occorrono 250 ml di aceto, 10 grammi di sale e 210 grammi di bicarbonato di sodio. Nel caso in cui la macchia sia particolarmente ostica e datata, ti suggeriamo di aggiungere anche un po’ di acqua ossigenata, un prodotto dall’elevato potere sbiancante.

Nel momento in cui la miscela sarà pronta e avrà raggiunto la consistenza pastosa che dovrebbe avere, non dovrai fare altro che immergere il capo da trattare in una bacinella colma di acqua calda e di aceto. Lascialo in ammollo per almeno una ventina di minuti, dopodiché strizzalo per eliminare l’acqua in eccesso.

A questo punto, con l’aiuto di una spatola o di un altro strumento che abbia una forma adatta, stendi la miscela pastosa sulle macchie di sudore e strofina. Ma fallo con la massima delicatezza, onde evitare che il tessuto si danneggi e che l’aspetto del capo bianco peggiori ulteriormente. Lascia agire il prodotto per una mezz’oretta e poirisciacqua a mano, avendo cura di eliminare qualunque residuo.

A questo punto non ti resta che mettere il capo in lavatrice e lavarlo come hai sempre fatto, per poi stenderlo al sole in attesa che si asciughi completamente e che sia pronto all’uso.

Le macchie, te ne accorgerai subito, saranno scomparse per effetto della pasta che avrai preparato in casa con degli ingredienti naturali e a basso costo.