Il dolore cervicale, o cervicalgia, è un dolore che colpisce il collo e a volte può interessare anche spalle e braccia.

I sintomi più frequenti sono: formicolii, rigidità del collo, intorpidimento, disturbi alla vista, all’udito e tachicardia.

Per quanto riguarda le cause possono essere molteplici; da una vita troppo sedentaria, ad una eccessiva tensione emotiva o può derivare anche da alcuni problemi ai denti.

Esistono però alcuni rimedi naturali per combattere efficacemente il dolore cervicale: Scopriamoli insieme:

MASSAGGI LOCALI CON GLI OLI ESSENZIALI
Si comincia con l’aromaterapia, una disciplina olistica che trova il suo perché anche nel caso di dolore cervicale! Non dovete fare altro che effettuare dei massaggi locali usando un’essenza diluita in una crema per massaggi neutra oppure all’interno di un olio vegetale, come per esempio quello di arnica. Bastano 3 gocce. Come oli essenziali vi suggerisco quello di zenzero o di abete bianco. Il primo è noto proprio come rimedio antidolorifico, il secondo è apprezzato sopratutto per le sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche.

IMPACCHI DI GHIACCIO
Tra tutti i rimedi naturali contro il dolore cervicale, l’impacco di ghiaccio è il più economico e veloce da applicare. Vi offre praticamente dei risultati immediati. Il freddo riduce l’infiammazione e allo stesso tempo il dolore. Per applicare il ghiaccio mettete alcuni cubetti in un sacchetto di plastica, mettetelo a sua volta in un panno da cucina e dopo posizionatelo sul collo per un massimo di 15 minuti. Potete ripetere il trattamento ogni tre ore. Ricordatevi però di non applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle.

ALIMENTAZIONE
L’alimentazione è spesso al centro dell’attenzione e anche contro il disturbo in questione potete intervenire con il cibo. Ma fate attenzione, questo riguarda solo se la cervicale è riconducibile a un problema che interessa la cistifellea oppure il fegato. In quel caso allora via libera ai superfood come rape, carciofi, cicoria, radicchio etc. Potete fare uso anche delle tisane, quella di carciofo è una delle più note. Ricordatevi comunque che alla base deve esserci una dieta equilibrata. La migliore cosa che potete fare è sentire un medico nutrizionista.

ESERCIZIO PER LA CERVICALE, DA DESTRA A SINISTRA
Mettetevi seduti, ricordatevi che la schiena deve rimanere dritta così come la testa. Tenete le mani sulle gambe e i piedi a terra. Adesso dovete cominciare a flettere la testa, cominciate da sinistra o da destra è indifferente. Ricordatevi che durante questo esercizio dovete anche arrivare con l’orecchio molto vicino alla spalla. Potete farlo dalle 6 alle 10 volte. Con questo esercizio potete sia ridurre il dolore che rafforzare i muscoli del collo.

SECONDO ESERCIZIO PER LA CERVICALE, CAPO IN AVANTI
Questo è un altro esercizio che vi aiuta a superare e prevenire i dolori della cervicale e tra le altre cose è facilissimo da eseguire. In pratica dovete solo flettere il capo in avanti, ecco come. Mettete la braccia dietro la assumendo così una posizione a mani incrociate. Cercate adesso di arrivare con il mento al petto. Fate passare alcuni secondi prima di rialzare la testa e dopo ritornate come prima. Non dimenticatevi di tenere il busto in posizione eretta!

RIMEDIO NATURALE A BASE DI CURCUMA
Non è una novità che le piante trovano uso contro vari disturbi del corpo e per quanto riguarda la cervicale non ci sono eccezioni. Il rimedio naturale a base di curcuma è facile da preparare ed è incredibilmente benefico.

Si tratta di un fitochimico e funziona come un antinfiammatorio, allevia così il dolore. Per realizzare questo rimedio naturale avete bisogno di un cucchiaino di curcuma in polvere e un bicchiere di latte. Uniteli e mescolateli, riscaldateli insieme per 5 minuti e toglieteli dal fuoco. Aggiungeteci un cucchiaino di miele, lasciate raffreddare e bevete.

ZENZERO
Altro antinfiammatorio naturale, lo zenzero è utile per ridurre il dolore e l’infiammazione. Mettete a bollire due fette di radice di zenzero in due tazze d’acqua per circa 10 minuti. Dopo filtrate e aggiungete il miele, se preferite anche alcune gocce di limone. Bevetene tre tazze al giorno per due giorni. Se non vi piace lo zenzero potete usarlo per realizzare un impacco. Mettete tre cucchiai di zenzero grattugiato all’interno di una garza, immergetela per 30 secondi circa in acqua calda e posizionatela sul collo per una ventina di minuti.

RIMEDIO FITOTERAPICO CON L’ARTIGLIO DEL DIAVOLO
L’artiglio del diavolo al contrario della curcuma è per uso esterno. Resta comunque un altro rimedio molto buono contro la cervicale, ma anche in caso di artrosi, mal di testa e non solo. Lo potete usare come tintura madre o come gel per uso esterno.

FIORI DI BACH
L’eccessiva rigidità del corpo può avere come causa anche da una rigidità a livello mentale e comportamentale, nasce perciò da dagli squilibri emotivi. In questo caso può essere trattata con i fiori di Bach. Potete provare diversi rimedi appartenenti al settore dei rimedi floreali di Edward Bach. Quali utilizzare? Il primo suggerito è l’Oak, ma anche il Rock Water pare altrettanto indicato. Oak serve per portarvi in una condizione di relax, concedendovi dunque il riposo che vi occorre. Mentre Rock Water rilassa il corpo allentando così i dolori da torcicollo, dolori articolari, cervicale etc.

RIPOSO
Non sottovalutate mai l’importanza del riposo, questo è essenziale per il vostro benessere fisico e mentale. Se infatti soffrite di cervicale il giusto riposo può esservi d’aiuto. Tuttavia (come sottolineano numerosi esperti) non è la soluzione definitiva al problema! Il poco movimento infatti aggrava la situazione, quindi se siete sedentari la colpa probabilmente deve ricadere su quello e non sul materasso o il cuscino.

È ovvio che se fate giornalmente un po’ di attività fisica le vertebre e i muscoli ve ne saranno grati. Provate, successivamente controllate se c’è un qualche tipo di cambiamento. Aiutatevi anche seguendo tre regole semplici, vale a dire: non guardate la TV prima di dormire (lo stesso vale per gli smartphone, il tablet e il PC), coricatevi circa quaranta minuti prima del solito nel letto ed evitate la palestra in orari che risultano vicini all’orario in cui cenate.

RIDURRE LO STRESS
Anche lo stress può incidere, generalmente è correlato all’insonnia. Ovvero non riuscite a dormire e nel tempo cominciate ad avvertire dolori che interessano gambe, braccia e colonna vertebrale. Cercate quindi di evitare qualunque forma di stress e di effettuare anche degli esercizi di respirazione, specie quando siete vicini a “esplodere come un vulcano”.