bambini

Saper ascoltare i propri bambini è fondamentale

Una psicologa molto quotata parla della cosiddetta ‘regola dei 3 minuti’, ovvero dell’importanza di passare anche poco tempo ma bene coi nostri bambini.

La solita routine quotidiana spesse volte ci porta a non riflettere sull’importanza delle cose ed anche delle persone che ci circondano. Guardiamo ma non vediamo, e ci scordiamo di quanto possa essere bello e rivitalizzante fare una passeggiata, meglio se nel silenzio della natura, se magari abbiamo la fortuna di abitare a due passi da un parco o da un bosco.

Ma questo vale anche per i rapporti quotidiani. In tempi in cui si interagisce soltanto dietro ad uno schermo retroilluminato, sarebbe bello riscoprire il piacere di leggere una favoletta ai nostri bambini o stare per dei minuti – che facilmente diventeranno poi ore – a giocare con loro.

In merito a questa situazione, una affermata psicologa infantile sottolinea l’importanza della ‘regola dei 3 minuti’. Questo è il tempo necessario per trasmettere loro infatti autostima e sicurezza. Al ritorno dal lavoro i genitori dovrebbero trascorrere subito almeno 180” con i propri figli piccoli.

Bambini, la regola dei 3 minuti per entrare in empatia con loro

Più in generale occorrerebbe farlo dopo ogni periodo di lunga separazione, od anche prima. Magari quando lo portate per le prime volte a scuola. Un abbraccio di 3 minuti è l’ideale in questi casi. I primi istanti di un incontro dopo una assenza di ore o giorni sono importantissimi.

I bambini infatti tendono subito a comunicarci quali sono stati i loro attimi di gioia. Mentre nel caso di una separazione, dobbiamo trasmettere loro sicurezza. Chiaro comunque che la ‘regola dei 3 minuti’ sia un nome del tutto simbolico, per indicare che basterebbe comunque poco tempo per cementificare un rapporto che dovrà durare per tutta la vita.

Occorre poi mantenere il giusto atteggiamento: ad esempio non mostrare falso entusiasmo, almeno non più del dovuto, e non farsi vedere scocciati. Mostrate interesse per le cose che piacciono ai vostri piccoli e non siate né troppo severi ma neanche troppo permissivi.