Al giorno d’oggi per fare distrarre un bambino o semplicemente “tenerlo buono” siamo abituati a dargli in mano qualche oggetto tecnologico che catturi la sua abbastanza la sua attenzione.

Ma come nel caso di questa storia, a volte può essere davvero pericoloso.

Una giovane madre di 26 anni si trovava in macchina insieme alla figlia di 3 quando ad un certo punto sono andate a scontrarsi con un autobus.

Le cinture della piccola erano ben allacciate eppure la bimba è l’unica vittima dell’incidente e le autorità pensano sia stata proprio colpa di un tablet che aveva fra le mani. Secondo gli inquirenti, infatti, è stata l’oggetto tecnologico a sbattere violentemente contro la testa della bambina provocandone la morte.

Gli esperti dicono che è importante maneggiare con cura eventuali oggetti non assicurati ad alcun supporto quando si è in auto. Questo perchè continuano a spostarsi anche se la vettura si ferma bruscamente. Per esempio, in caso di scontro frontale, un navigatore può rompere il parabrezza o ferire il guidatore o i passeggeri.