Il colore è una componente fondamentale nella nostra vita di tutti i giorni.

Basti pensare agli effetti che ha su di noi nel corso della cromoterapia, dove vengono appunto utilizzati i colori per aumentare il benessere delle persone.

Ogni colore ha una propria simbologia e quella del nero, solitamente, è associata alla morte, all’oscurità o alla negatività in generale, ma non è proprio così. Il nero è un colore molto austero e viene utilizzato, più o meno consapevolmente, per creare distanza con il prossimo e, più in generale, ripararsi dalle emozioni che provengono dall’esterno.

Questo non vuol dire che chi indossa vestiti total black sia insensibile. Tutt’altro. La loro spiccata sensibilità le rende più suscettibili e bisognose di proteggersi dall’ansia, dallo stress, dalle indesiderate interferenze esterne.

Se poi la black addict è donna, si aggiunge un’ulteriore interpretazione, secondo la scienza: il nero la aiuterebbe a sembrare migliore di come si sente e a schermarsi da eventuali critiche, dato che è un colore serioso e abbastanza anonimo, quindi meno suscettibile di giudizio. Un’insicurezza dovuta in realtà a una profonda ambizione, che la donna in nero desidera mostrare, senza, però, mettersi troppo in gioco dal punto di vista emotivo. Insomma, non le piace sembrare debole.