C’è grande attesa, per l’aggiornamento dei dati epidemiologici, e il conseguente cambio dei colori per le Regioni Italiane, cambio che va ad incidere sulla vita quotidiana dei cittadini.

Domani,  29 Gennaio, l’istituto superiore della sanità, renderà noto l’indice di trasmissibilità Rt, che decreterà la permanenza o il cambio di colore delle Regioni.

LEGGI ANCHE—>Covid, queste sono le mascherine più ‘odiate’ dagli studenti

Per poter passare da un colore, ad un’altro, bisognerà tenere conto del numero di contagi avvenuti dal 18 al 24 Gennaio, con aggiornamenti dati fino al 27 Gennaio.

Covid, ecco quali sono le Regioni che potrebbero cambiare colore.

Dopo questa data, potrebbero arrivare le ordinanze del ministero della salute, con i cambi dei colori.

Attualmente,  la maggioranza delle regioni,  è in zona arancione, in zona gialla abbiamo la Campania, Basilicata, Molise, provincia autonoma di Trento, e la Toscana, in zona rossa, troviamo, la provincia autonoma di Bolzano, e la Sicilia.

Insomma, questa è la situazione attuale, ricordiamo che per passare da un colore all’altro devono trascorrere 15 giorni dall’ultimo monitoraggio.

LEGGI ANCHE—>Coronavirus, Crisanti: “l’estate è in pericolo, a rischio le elezioni”

I criteri per il cambio dei colori, sono dettati dall’indice Rt, si passa in zona arancione con un Rt sopra l’1, mentre si passa in fascia rossa con un Rt sopra 1,25.

In questo fine settimana, secondo i dati odierni, parecchie Regioni dovrebbero passare da arancioni a gialle, è il caso del Piemonte, della Val D’Aosta, della Liguria, delle Marche del Friuli Venezia Giulia e del Lazio, con qualche dubbio per il Lazio e per il Piemonte.

La lombardia rimane in fascia arancione, poichè è in questo colore solo da una settimana, dopo lo scandalo dei dati sbagliati, per i quali il governatore della Lombardia aveva presentato ricorso.

In fascia gialla, dovrebbero rimanere, dati i numeri, la Toscana, il Molise, la Basilicata, e la provincia di Trento.

In fascia arancione, restano invece l’Umbria, la Sardegna e la Puglia.

Il dpcm di Gennaio ha istituito anche la zona bianca, ma purtroppo sembra che ad oggi nessuna Regione abbia i requisiti per questo colore, che rappresenterebbe un po di libertà in più per i cittadini.