Rita Fiorenza purtroppo non ce l’ha fatta: la ragazza è morta a 23 anni dopo aver subito gravi ustioni mentre stava accendendo il camino

Rita Fiorenza camino morta
(foto dal web)

Rita Fiorenza, ragazza residente a Monasterace, in provincia di Reggio Calabria, è morta a soli 23 anni dopo un incidente in casa, avvenuto lo scorso 23 dicembre. La giovane aveva subito una grave ustione mentre accendendo il camino dell’abitazione. A seguito di quell’incidente Rita era stata trasportata all’ospedale Cannizzaro di Catania e ricoverata nel reparto di terapia intensiva.

Negli scorsi giorni la ragazza si era aggravata e poi  la situazione è precipitata fino a portarla alla morte, nel corso della giornata di martedì 12 gennaio. Purtroppo quel tragico incidente è risultato fatale per Rita, che ha perso la vita dopo venti giorni di agonia.

LEGGI ANCHE —> Covid, Massimo Galli: “Alte possibilità di essere messi molto male a breve”

LEGGI ANCHE —> Covid, vaccino Moderna: ecco tutti gli effetti collaterali

Rita Fiorenza, lutto cittadino a Monasterace nel giorno dei suoi funerali

Rita Fiorenza camino morta
(foto dal web)

Il comune di Monasterace, che ha annunciato il lutto cittadino nella giornata del funerale della giovane, ha scritto sulla propria pagina Facebook. “La notizia che Rita non ce l’ha fatta ci lascia sgomenti insieme con tutta la nostra comunità. Ci stringiamo ai famigliari duramente colpiti dalla gravissima e dolorosissima perdita esprimendo il nostro cordoglio“.

Tutti avevano sperato fino all’ultimo che Rita ce la facesse, tanto che amici, parenti, conoscenti, semplici cittadini e associazioni locali si erano dati da fare per raccogliere fondi e così supportare la ragazza per le operazioni chirurgiche, a cui si sarebbe dovuta sottoporre. La 23enne era molto conosciuta e apprezzata nel paese, dove viveva con i suoi genitori e i fratelli, e lavorava in un supermercato come cassiera. Una volta giunta la notizia del suo decesso, sono stati molti i messaggi di cordoglio da parte di tutti coloro che le volevano bene.