Vaccino Covid di Moderna, il comitato consultivo della Food and Drug Administration statunitense (Fda) ha rivelato i possibili effetti collaterali in pazienti che si sono sottoposti a iniezioni di filler

Vaccino Covid effetti collaterali filler
(foto dal web)

Secondo il New York Post, che cita un report da parte del comitato consultivo della Food and Drug Administration statunitense (Fda). il vaccino contro il Covid prodotto da Moderna potrebbe sviluppare effetti collaterali nelle persone che si sono sottoposte a iniezioni di filler. Alcuni soggetti che hanno preso parte ai trial del vaccino avrebbero riscontrato effetti collaterali.

Si tratterebbe di “gonfiori e infiammazioni” nelle parti in cui i pazienti hanno fatto iniezioni di filler. Shirley Chi, dermatologa, ne ha parlato nel corso di un’intervista all’ABC7. A tal proposito, la dottoressa ha affermato. “Il sistema immunitario quando riceve un vaccino va “su di giri”, questo è il suo normale funzionamento“.

LEGGI ANCHE —> Vaccino Pfizer: come funziona e come agisce sul nostro corpo

LEGGI ANCHE —> Conte su medici che rifiutano vaccino: “Pronti a soluzioni alternative”

Vaccino Covid di Moderna, gli effetti collaterali riscontrati in pazienti sottoposti a iniezioni di filler

Vaccino Covid effetti collaterali filler
(foto dal web)

La stessa ha proseguito. “Ha senso quindi vedere una risposta immunitaria in certe aree, in cui c’è una sostanza che non è presente in natura nel tuo corpo“.

Ciononostante l’esperta ha spiegato che questi eventuali effetti collaterali da parte del vaccino di Moderna non devono assolutamente spingere i pazienti a evitare la vaccinazione. Infatti gli studi sui due vaccini (sia Pfizer/BioNTech che Moderna) hanno dimostrato che sono entrambi sicuri.

Inoltre la dottoressa ha precisato. “Un paio di pazienti avevano fatto il filler alle guance sei mesi prima del vaccino e un paziente l’ha fatto alle labbra due giorni dopo il vaccino. Tutti sono stati trattati con antistaminici e reazioni come gonfiori e infiammazioni sono state risolte“.