Funesta previsione di Walter Ricciardi: a causa della variante inglese del Covid “aumento dei casi nelle prossime settimane”

Coronavirus, Walter Ricciardi: "Nelle prossime settimane aumento dei casi"
Walter Ricciardi

“Credo che nelle prossime settimane avremo un lieve aumento dei casi per quello che abbiamo visto nelle strade dello shopping natalizio e anche per la variante inglese, più contagiosa del 70% e che probabilmente è già arrivata in Italia da tempo“. E’ quanto ha preconizzato Walter Ricciardi, consulente del Ministro della Salute Roberto Speranza, l’unico degli esperti ad aver previsto in tempi non sospetti la seconda ondata dell’epidemia di Covid-19. Questa mutazione “si è già diffusa in tutta Europa perché il governo inglese ha avvertito tardi. Pare che l’abbiano trovata già a settembre. Per Natale avrei adottato lockdown come in Austria. Poi la stoccata alle autorità britanniche: “Gli inglesi sapevano già da settembre che era in circolazione questa variante: hanno taciuto, non ci hanno avvertito. Ora serve il lockdown o, comunque, misure molto severe”. Tuttavia, “la nuova variante non è più letale ma circola con una velocità più alta anche del 70-80%. In queste condizioni sarà difficile riaprire le scuole il 7 gennaio: a  Natale si rischia una nuova impennata“. Per Ricciardi, inoltre, i voli dal Regno Unito vanno chiusi in tutta Europa.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, ecco i primi a doversi vaccinare negli USA

Covid, Ricciardi: “Aumento dei casi nelle prossime settimane”. Superata quota 18 milioni di contagiati negli Stati Uniti

Sono 10.872 i nuovi casi di coronavirus individuati in Italia nelle ultime 24 ore per un totale dall’inizio dell’emergenza di 1.964.054. E’ invece di 415 l’incremento delle vittime in un giorno che porta il totale a 69.214. Sono 87.889 i tamponi processati, in calo di quasi 50 mila rispetto ai 137.420 di domenica. Risale il tasso di positività al 12.3%, in aumento di oltre un punto, rispetto all’11% di domenica. In calo ricoveri (-13) e terapie intensive (-12).161 ingressi in rianimazione. Gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 18 milioni di casi contagio da coronavirus. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, il numero delle persone che hanno perso la vita è pari a 319.363, secondo i dati riportati dal Corriere della Sera.

LEGGI ANCHE –> Napoli, donna accasciata a terra. La folla: “Ha il Covid, allontanati!”

Non si arresta l’aumento dei contagi anche a livello mondiale: secondo gli ultimi dati, sono saliti a 77 milioni 343.652. Complessivamente, il numero delle vittime è pari a 1 milioni 702.293. Dopo gli Stati Uniti il Paese con più contagi è l’India che ne registra oltre 10 milioni.