Sulla morte di Maradona alcuni punti non tornano. A parlare ora è il suo ex medico che rivela un dettaglio molto importante sul passato del calciatore

Maradona

E’ passato già quasi un mese dalla morte di Diego Armando Maraona. Purtroppo sul suo tragico decesso molti punti ancora non sono stati chiariti. Infatti, il suo medico è stato iscritto nel registro degli indagati ma nel mirino sono finiti anche i suoi familiari. Cosa è accaduto precisamente e perchè e morto il Pibe de Oro ancora non si è ben capito e a voler parlare questa volta è il suo ex medico.

Alfredo Cahe: Maradona ha tentato il suicidio a Cuba

A distanza di un mese dal decesso di Maradona questa volta a voler parlare è Alfredo Cahe, suo storico medico personale. Il dottore, infatti, l’ha avuto come paziente per quasi trent’anni e possiamo dire dunque che lo ha conosciuto molto bene.

Ovviamente, le sue dichiarazioni, rilasciate a “Intratables” e “Confrontados”, stanno scatenando la stampa, lasciando ancora tanti dubbi su quello che reralmente è successo al campione. Cahe ha raccontato che Diego aveva dei problemi di linguaggio e ha criticato chi lo ha tenuto in cura negli ultimi anni.

Ma a lasciare perplessi le parole su un presunto tentato suicidio che Maradona avrebbe commesso a Cuba. Secondo lo specialista, il calciatore sarebbe andato incontro a una sorta di suicidio dopo aver subito l‘intervento al cervello.

maradona

Diego Armando ha provato a schiantarsi contro un autobus

Alfredo Cahe ha raccontato che, a Cuba, Maradona si sarebbe lanciato con la  sua auto contro un autobus per farla finita. Sempre secondo la versione dello specialista, il campione avrebbe evitato la morte ma nello stesso tempo una tragedia per un soffio. Ecco le sue parole: A noi disse ‘Non l’ho visto, me lo sono trovato di fronte’. Ma è stato salvato per miracolo”.

Inoltre, il dottore ha rimarcato l’irresponsabilità di Leopoldo Lusque che non ha realmente capito i bisogni di Diego Armando. Maradona avrebbe dovuto godere di pace, riposo e tranquillità. Una situazione che non avrebbe potuto essere risolta con l’assunzione di farmaci.

Cahe è convito che il Pibe de Oro avesse scelto lui stesso di volersi spegnere per sempre. “Per me la sua morte è stata un suicidio. Diego era stanco di vivere e si è lasciato andare, ha dichiarato. Il medico, ha sottolineato anche che le persone che gli sono state attorno negli ultimi giorni di vita non si sono prese cura di lui come avrebbero dovuto.