Toccante post della moglie di Paolo Rossi, scomparso a 64 anni per un male incurabile: “Spero che sia un arrivederci”

Moglie di Paolo Rossi: "Sei unico, spero che sia un arrivederci"
Federica Cappelletti e Paolo Rossi

“Persona unica, meravigliosa. Non ci sarà mai nessuno come te, unico, speciale, dopo te il niente assoluto…”. Così, in un commovente post sul proprio profilo Instagram, Federica Cappelletti, la moglie di Paolo Rossi, l’eroe dei Mondiali ’82 scomparso ieri a 64 anni, che ha vissuto accanto a lui fino all’ultimo. “Fare a meno di lui è tanto, veramente tanto. Ma dovrò farlo perché gliel’ho promesso. Nel momento in cui stava morendo non se ne voleva andare. L’ho abbracciato forte, gli ho detto “vai, lascia questo corpo, basta, hai fatto anche troppo”. Preferisco pensare sia un arrivederci. Purtroppo non ce la faccio. Sono confusa e piena di dolore”. Il campione del mondo ’82, nonché vincitore del relativo titolo di capocannoniere e del Pallone d’Oro nello stesso anno, imitato in ciò solo dal Ronaldo brasiliano, si è spento ieri notte al Policlinico Universitario “Santa Maria alle Scotte” di Siena dove era ricoverato dopo l’aggravamento della malattia che gli era stata diagnosticata la scorsa primavera. In estate era stato sottoposto a un intervento chirurgico all’Ospedale di Montevarchi ma da alcune settimane il suo quadro clinico era improvvisamente peggiorato. Paolo Rossi viveva a Bucine, in provincia di Arezzo, dove gestiva un agriturismo e un’azienda agricola. Lascia tre figli: Alessandro, avuto dal primo matrimonio, Maria Vittoria e Sofia Elena, quest’ultime due avute da Federica Cappelletti.

LEGGI ANCHE –> E’ morto Paolo Rossi, l’eroe del Mundial ’82

Paolo Rossi, la moglie: “Spero che sia un arrivederci”. Il ricordo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il mondo del calcio è in lutto per la scomparsa dell’eroe di Spagna ’82 e per decisione della FIGC le bandiere sono a mezz’asta mentre nel prossimo week su tutti i campi di calcio verrà osservato un minuto di silenzio. “La scomparsa di Pablito è un altro dolore profondo, una ferita al cuore di tutti gli appassionati difficile da rimarginare. Perdiamo un amico e un’icona del nostro calcio”, il commosso ricordo del Presidente della FIGC Gabriele Gravina“. “Paolo Rossi ci ha fatto sentire orgogliosi di essere italiani, è stato l’eroe di tutti  noi italiani. La Serie A piange un immortale del nostro calcio, amato da tutto il mondo“, gli ha fatto eco Paolo Dal Pino, Presidente della Lega di Serie A. Non solo i vertici del calcio ma anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa di Paolo Rossi, stroncato a 64 anni da un male incurabile: “Sono dolorosamente colpito dalla prematura scomparsa di Paolo Rossi, indimenticabile protagonista dell’Italia campione del mondo di calcio nel 1982 e sempre seguito con affetto da tutti coloro che amano lo sport. Ricordando il suo garbo e la sua umanità, esprimo ai suoi familiari cordoglio e vicinanza“. La Camera dei Deputati e il Senato hanno osservato un minuto di silenzio.

LEGGI ANCHE –> Maradona ha scoperto prima di morire di non essere padre di uno dei 5 figli

Intanto il sindaco di Vicenza Francesco Rucco ha reso noto che i funerali di Paolo Rossi verranno officiati domani mattina nel Duomo del capoluogo vicentino.