Ecco gli alimenti che gli esperti raccomandano di consumare per tenere sotto controllo il diabete e scongiurare il rischio cardiovascolare

Diabete, quali sono gli alimenti da consumare per tenerlo sotto controllo

Ok, sarà un Natale atipico, sobrio, intimo, ce lo hanno detto in tutti i modi e in tutte le salse: niente cenone in ristorante e megatavolate, al massimo 5/6 commensali, solo congiunti stretti. Tuttavia, almeno questo ci sarà consentito, potremo abbuffarci di leccornie varie come negli anni passati; attenzione, quindi, a tenere sotto controllo la curva glicemica: dopo ogni pasto, infatti, non solo aumenta la glicemia ma si modificano anche le concentrazioni di trigliceridi e del colesterolo HDL e di quello LDL aumentando il rischio cardiovascolare soprattutto per i diabetici di tipo 2, nei quali l’eccesso di lipemia, l’accumulo di grassi nel sangue dopo i pasti, comporta un peggioramento della funzionalità del pancreas. Secondo uno studio della Società Italiana di Diabetologia, ecco gli alimenti da privilegiare nella dieta quotidiana per mantenere inalterato il livello dei grassi nel sangue dopo i pasti.

LEGGI ANCHE –> Dieta lampo, perdi fino a 5 kg in sei giorni: i pro e contro

Ecco gli alimenti da consumare per tenere sotto controllo il diabete: anche il cioccolato fondente

Come riportato dall’edizione online del “Corriere della Sera, tutti gli alimenti raccomandati, di seguito, sono ricchissimi di polifenoli che determinano una riduzione significativa dei lipidi nelle lipoproteine VLDL, le più grandi e ricche in trigliceridi, e modificano la composizione del colesterolo LDL arricchendolo di trigliceridi. Eccoli di seguito: il tè verde deteinato, l’olio extravergine d’oliva, entrato a pieno titolo nella dieta “taglia-grassi” sperimentata da Giuseppe Della Pepa dell’Università “Federico II°” di Napoli per verificare se gli alimenti ricchi di polifenoli abbiano effetti anche sulla composizione delle lipoproteine in circolo nel sangue. Anche la marmellata di mirtillo contribuisce a fare il pieno di polifenoli riducendo i grassi in circolo dopo il pasto così come una tazzina di un buon caffè decaffeinato. Buone notizie per gli amanti del cioccolato: grazie agli antiossidanti di cui è ricco, è consentito, senza esagerare con le quantità, concedersi un pezzetto di fondente al giorno. Anche i carciofi e gli spinaci contribuiscono, così come la rucola, a raggiungere la “quota” giornaliera di antiossidanti grazie ai polifenoli di cui sono abbondanti.

LEGGI ANCHE –> Dieta del cardiologo, come perdere fino a 10 kg in una settimana