Tragedia sul lavoro a Pirri, frazione alla periferia di Cagliari. Crolla il balcone di un appartamento: morto un operaio, ferito il collega

Cagliarti, morto un operaio nel crollo di un balcone

Un operaio è morto e un suo collega di lavoro è rimasto ferito nel crollo di un balcone a Pirri, frazione alla periferia di Cagliari. I due operai, il titolare di una impresa edile, Antonello Zedda, 52 anni, originario di Gesico, e un suo nipote, stavano lavorando col martello pneumatico nel cortile di un condominio quando un balcone ha ceduto rimanendo sepolti dalle macerie. Come detto, uno dei lavoratori, il 52enne titolare dell’impresa edile, è stato travolto dalle macerie ed è morto, il nipote, ferito, è stato trasportato in ospedale.  Sul fatto indagano i carabinieri della stazione di Pirri. Sul posto anche gli ispettori del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cagliari, Spresal, per verificare, tra le altre cose, se i lavori fossero regolamentari.

LEGGI ANCHE –> Covid, vaccino della Moderna efficace al 94,5%

Cagliari, crolla balcone: morto operaio, ferito il collega. Ennesima morte bianca

Anche se, a causa delle misure di contenimento del contagio da Covid, molti nostri connazionali hanno perso il lavoro, nel nostro Paese si continua a morire sul posto di lavoro: l’ultima, ennesima, inaccettabile “morte bianca” è quella, come anticipato nel primo paragrafo, del 52enne titolare di un’impresa edile che ha perso la vita mentre, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, stava utilizzando, insieme a un nipote, un martello pneumatico per conto di un committente che possiede l’appartamento in cui è ricompreso il balcone che all’improvviso è crollato travolgendo così i due sfortunati operai.

LEGGI ANCHE –> Gerry Scotti torna a casa dopo il ricovero: “Non vi dimenticherò”