Lasciano dormire un neonato di 9 mesi nel passeggino ma il piccolo muore impiccato alla cintura di sicurezza del passeggino

Pordenone, neonato muore impiccato alla cintura di sicurezza del passeggjno

Una fatalità e un’imperdonabile negligenza hanno stroncato la vita di Lorenzo, un neonato di 9 mesi. Il piccolo, affidato alle cure dei nonni materni, nel corso della passeggiata si è addormentato nel passeggino, pertanto, una volta ritornati a casa, i nonni, visto che si era appisolato, per non rischiare di svegliarlo lo hanno lasciato nel passeggino. Purtroppo Lorenzo non ha più riaperto gli occhi facendo precipitare nella disperazione e nel dolore più lancinante i suoi genitori e soprattutto i suoi nonni che non riescono a darsi pace dal momento che ne avevano la custodia quando si è verificata la tragedia. Solo quando si sono accorti che Lorenzo respirava affannosamente, i nonni hanno allertato il 118 ma la disperata corsa verso l’Ospedale “Santa Maria degli Angeli” di Pordenone è risultata vana: per il piccolo ormai non c’era più nulla da fare.

LEGGI ANCHE –> Per 4 milioni di italiani Natale alla Caritas

Pensano che stiano dormendo ma un neonato muore impiccato alla cintura di sicurezza del passeggino

Il dramma si è consumato a Brugnera, in provincia di Pordenone, molto probabilmente perché Lorenzo per un movimento improvviso e inconsulto o nel tentativo di scendere dal passeggino è rimasto impigliato nella cintura di sicurezza del passeggino che invece di proteggerlo lo avrebbe soffocato. Del resto, i segni rinvenuti sul corpicino di Lorenzo sembrano confermare tale ricostruzione della dinamica della tragedia. Tuttavia, sulle cause della morte del piccolo Lorenzo, come da prassi, è stata aperta un’inchiesta, con gli inquirenti che procedono per l’ipotesi di reato di morte come conseguenza di altro reato, nella fattispecie omessa vigilanza, e che hanno già iscritto nel registro degli indagati i nonni materni.

LEGGI ANCHE –> Covid, ISS: “Rischio epidemia fuori controllo”