Nella querelle relativa alla non-partita Juventus-Napoli entra in campo anche l’Asl di Torino: 7 giocatori bianconeri segnalati alla Procura della Repubblica del capoluogo sabaudo per mancato rispetto dell’isolamento fiduciario

Juventus, 7 calciatori segnalati alla Procura della Repubblica
Anche Cristiano Ronaldo figura tra i 7 bianconeri segnalati alla Procura della Repubblica

Mentre il risultato della non-gara dell’Allianz Stadium Juventus-Napoli è sub judice, con il verdetto del giudice sportivo Mastandrea che è slittato, nelle migliore delle ipotesi, a domani, gli ispettori della Procura della Figc si sono presentati al centro tecnico del Napoli a Castel Volturno per verificare il rispetto della “bolla” all’interno della quale si sono rinchiusi i calciatori del Napoli dopo che l’ASL ha imposto loro l’isolamento per 2 settimane a seguito della positività al Covid di Zielinski ed Elmas. Se la Procura Federale ha aperto un fascicolo per verificare eventuali violazioni del protocollo sanitario dal parte del club azzurro dopo la non partenza per Torino, l’Asl del capoluogo sabaudo ha inviato alla Procura della Repubblica la segnalazione del mancato rispetto dell’isolamento fiduciario di 7 tesserati bianconeri, tra cui Ronaldo e Dybala, in quanto si sono allontanati dalla “bolla” juventina per raggiungere i ritiri delle rispettive nazionali senza attendere il secondo tampone negativo: rischiano una sanzione pecuniaria di 400 euro. Come è ormai noto, il gruppo squadra del club bianconero è in isolamento dopo la positività di due componenti dello staff.

LEGGI ANCHE –> Covid, Premier Conte: “Attenti anche in famiglia”

Juventus, 7 giocatori segnalati dall’ Asl alla Procura. Walter Ricciardi: “Intervento della Asl di Napoli è stato ineccepibile”

In attesa del verdetto del giudice sportivo sulla “partita ombra” Juventus-Napoli, con i partenopei che rischiano la sconfitta a tavolino per 3-0 e un punto di penalizzazione in classifica, è intervenuto in relazione a tale spinosa questione anche Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute: “Riguardo a Juventus-Napoli l‘intervento della Asl è stato ineccepibile. In questo momento in Campania c’è il record assoluto di nuovi casi, la priorità della Asl è il la salvaguardia della salute, bene ha fatto a limitare i movimenti“. Poi, sul contestato protocollo sanitario messo a punto dalla FIGC di concerto con il Ministero della Salute e il Comitato Tecnico-scientifico: “In questo momento, nonostante l’Italia sia la migliore tra i Paesi europei, la curva epidemica è purtroppo in forte aumento, dunque bisogna chiedersi se il protocollo di maggio sia ancora adeguato alla situazione attuale“.

LEGGI ANCHE –> Juventus-Napoli, si va verso il 3-0 a tavolino ma è bufera