Il leggendario attore e lottatore Dwayne Johnson ha rivelato in una straziante ammissione che lui e la sua famiglia sono risultati positivi al coronavirus.

the rock covid

Dwayne ‘The Rock’ Johnson ha rivelato di essere risultato positivo al test per il coronavirus, descrivendolo come la cosa “più impegnativa” che abbia mai affrontato.

Il leggendario lottatore, diventato attore, è andato sulla sua pagina di Instagram per confermare la notizia con i suoi 196 milioni di follower in un lungo video post, e ha raccontato di come desiderava che solo lui avesse potuto sconfiggere il virus.

Dwayne, 48 anni, ha rivelato che la sofferenza a causa del virus è stata “molto diversa” da quella provata nel corso della sua carriera di wrestler della WWE.

Leggi anche -> Gli astronomi: “Abbiamo rilevato la più massiccia fusione di due buchi neri mai scoperta”

In un video girato a casa sua, la star ha dichiarato: “Volevo aggiornarvi su alcune delle cose che ho passato da due settimane e mezzo a questa parte.”

Mia moglie Lauren, così come le mie due bambine ed io, siamo risultati tutti positivi al test Covid-19 e posso dirvi che questa è stata una delle cose più impegnative e difficili che abbiamo mai dovuto sopportare come famiglia e anche a livello personale”.

E ha aggiunto: “E in passato ne ho passate di tutti i colori.”

Sono stato messo al tappeto e mi hanno fatto il culo in passato in alcune sfide, ma risultare positivo al Covid-19 è molto diverso dal superare brutti infortuni o essere al verde, cosa che è accaduta più di una volta”.

Leggi anche -> Turista afferra i testicoli di una tigre e si scatta un selfie, “Non aveva il diritto di farlo”

Dwayne ha poi detto che la sua priorità numero uno è quella di “proteggere sempre” la sua famiglia, i suoi figli e i suoi cari.

Avrei voluto essere solo io a risultare positivo, ma non è stato così“. Era tutta la mia famiglia, quindi questo è stato un vero brutto colpo per me“, ha detto.

the rock covid

“Ma sono felice di dirvi che noi, come famiglia, stiamo bene. Non siamo più contagiosi e, grazie a Dio, siamo sani”.