Nell’informativa al Senato sulle misure anti-Covid il Ministro della Salute Roberto Speranza ha ribadito che “riaprire le scuole in sicurezza è la priorità assoluta”

Roberto Speranza: "Riaprire le scuole è la priorità"
Il Ministro della Salute Roberto Speranza

Da due giorni le scuole italiane di ogni ordine e grado hanno riaperto i battenti per accogliere gli studenti che devono recuperare i debiti formativi accumulati al termine dell’ ultimo anno scolastico e per consentire ai docenti di pianificare le attività didattiche in vista dell’inizio dell’anno scolastico previsto, almeno fino a nuovo ordine, il prossimo 14 settembre. “La priorità assoluta è la riapertura delle scuole che avverrà a settembre “in sicurezza“. Lo ha ribadito per l’ennesima volta il Ministro della Salute Roberto Speranza, nell’informativa in Aula al Senato, aggiungendo poi: “Non lasceremo soli i presidi e gli insegnanti”. Poi ha sottolineato: “Il quadro epidemiologico europeo è significativamente deteriorato”. Infine, un nuovo appello ai giovani: “A loro chiediamo di darci una mano. Continuano ad essere strumento di diffusione del virus, rispettino regole. Fortissimo, infatti, l’abbassamento dell’età media dei contagiati dal Covid-19″.

LEGGI ANCHE –> Covid, il bilancio nazionale del 2 settembre: 1326 nuovi positivi

Ministro della Salute Roberto Speranza: “Riaprire le scuole è la priorità assoluta. Entro 2020 prime dosi del vaccino”

Non solo la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado in sicurezza, il prossimo 14 settembre, ma anche un’anticipazione dell’annuncio che tutti gli italiani, e non solo, attendono da quando è deflagrata la pandemia di Covid-19: “Nelle ultime ore è stato reso definitivo il contratto tra la Commissione Europea e Astrazeneca in cui c’è scritto che le prime dosi, se il vaccino dovesse essere confermato sicuro, saranno già disponibili entro la fine del 2020“. Lo ha reso noto, confermando quanto anticipato in passato, il Ministro della Salute Roberto Speranza sempre durante l’informativa in Senato sulle misure anti-Covid. Tuttavia, il titolare del dicastero della Salute ha messo in guardia: “Stiamo parlando di un candidato vaccino, quindi c’è bisogno di tutta la prudenza del caso“.

LEGGI ANCHE –> Amici, da bambina piena di ricci | Ora la cantante è tra le più amate FOTO