Una turista ha suscitato una grande indignazione dopo essersi fotografata mentre afferrava i testicoli di una tigre in uno zoo della Thailandia lo scorso 26 agosto.

tigre testicoli

Khun Waraschaya ha scattato un selfie allo zoo del Regno delle Tigri a Chiang Mai, nel nord della Thailandia, il 26 agosto.

Le foto dell’accaduto sono apparse online e la gente del luogo ha criticato il gesto, accusandola di aver “umiliato” l’animale.

Una persona ha scritto: “È stato molto scortese. La tigre non voleva certo essere toccata
nelle sue parti intime”. Non aveva il diritto di farlo”.

Un altro ha risposto: “E’ pericoloso. Se la tigre avesse reagito con rabbia avrebbe potuto attaccarti”.

Waraschaya si è difesa e ha insistito sul fatto di essere una grande amante degli animali.

 

Pirom Cahntama, capo dei guardiani dello zoo della struttura, ha detto che il personale è addestrato a prendersi cura degli ospiti e delle tigri e che controlla attentamente le interazioni.

Leggi anche -> Si accorge di avere un ragno in auto e va fuori di testa, schiantato contro un palo

Pirom ha dichiarato: Non permettiamo ai turisti di afferrare i testicoli delle tigri, ma è permesso loro di toccare qualsiasi parte del corpo dell’animale finché i nostri specialisti sono presenti.

“D’ora in poi, faremo in modo che nessun visitatore possa più toccare questa parte del corpo della tigre”.

Ha aggiunto che gli specialisti dello zoo esaminano regolarmente i genitali delle tigri e altre parti del corpo.

Leggi anche -> Rettile di 4 m ritrovato nello stomaco di un’antica creatura degli oceani

Un altro dato allarmante viene dalle autorità che hanno confermato che almeno 250 “gatti selvatici” sono tenuti in residenze private dopo che la Fondazione Born Free ha presentato richieste di libertà d’informazione ad ogni consiglio in Inghilterra, Scozia e Galles.

tigre testicoli

E gli attivisti per i diritti degli animali temono che il numero di animali tenuti dal pubblico salirà vertiginosamente sulla scia del controverso spettacolo di Netflix Tiger King: Murder, Mayhem And Madness.