Torna d’attualità l’ipotesi secondo cui Gioele possa essere rimasto gravemente ferito nell’incidente d’auto e che la madre, per la disperazione, possa essersi suicidata

Gioele: ferito mortalmente nell'incidente d'auto?
Il piccolo Gioele e la sua madre Viviana

La Polizia Scientifica di Palermo ha eseguito accertamenti biologici irripetibili sull’auto di Viviana, la dj trovata morta nelle campagne di Caronia, in provincia di Messina. Sei campionature sono state effettuate il 6 agosto per verificare l’eventuale presenza di profili genetici per successive comparazioni. I risultati, insieme a particolari emersi dall’autopsia su Gioele, il bimbo di 4 anni il cui corpo senza vita è stato ritrovato diversi giorni dopo la madre, fanno riprendere quota all’ipotesi secondo cui Gioele sarebbe rimasto gravemente ferito nell’incidente stradale avuto con la madre in autostrada e sarebbe morto poco dopo la fuga tra i boschi con la donna. Viviana, già depressa e in cura psicologica, disperata e piena di sensi di colpa, sarebbe fuggita e si sarebbe uccisa lanciandosi dal traliccio. Un’ipotesi che non contrasta con la testimonianza dell’automobilista che ha visto il piccolo Gioele in braccio alla madre, vigile e con gli occhi aperti prima che i due si allontanassero dall’auto. Il bimbo, infatti, secondo gli investigatori, potrebbe aver riportato un trauma interno per un urto contro una superficie non dura ed essere morto dopo in esito alle ferite riportate.

LEGGI ANCHE –> Alessia Marcuzzi rivela “Maria De Filippi mi ha detto ‘Ti voglio rigorosa’”

Giallo di Caronia: Gioele ferito mortalmente? Sul corpicino di Gioele morsi di animali selvatici

Prima una tac e poi l’autopsia sui resti mortali del piccolo Gioele, scoperti tra i cespugli della collina di Caronia. I successivi esami di laboratorio potrebbero dare un quadro complessivo più preciso. Al lavoro una task force composta da entomologi, geologi e zoologi. “Abbiamo cominciato a fare alcuni esami e dovremmo ovviamente continuare per raccogliere qualsiasi elemento di giudizio che abbia un riscontro di natura oggettiva che possa servire agli inquirenti”, ha detto il medico legale Daniela Sapienza, consulente della Procura di Patti. Un lavoro, quello dei medici legali, difficilissimo visto lo stato dei resti. Il corpo di Gioele presenta segni compatibili con i morsi di animali selvatici, come ha accertato il biologo forense Salvatore Spitaleri, del Centro di Investigazioni Scientifiche, tra i consulenti di parte nominati dai legali della famiglia Parisi.

LEGGI ANCHE –> Anna Tatangelo: il messaggio su IG è dolcissimo ma… “sarà per Gigi D’Alessio?”