Tragedia familiare a Ostia, sul litorale romano: al culmine di una lite per i soldi un 43enne ha strangolato e ucciso l’anziano padre

Ostia, strangola e uccide il padre al culmine di una lite per i soldi
Ostia, strangola e uccide il padre al culmine di una lite per i soldi

Ferragosto di sangue a Ostia, in provincia di Roma. Nella notte tra il 14 e il 15 agosto in un appartamento al civico 90 di via Domenico Baffigo si è consumata l’ennesima tragedia familiare: al culmine di una lite per un 43enne, romano, ha strangolato e ucciso l’anziano padre, un tunisino di 69 anni. Padre e figlio, rimasti solo dopo la morte della moglie della vittima, avevano un rapporto conflittuale: pare che la lite sia scoppiata per motivi legati ai soldi. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri del Gruppo Ostia e i colleghi del Nucleo Investigativo per i rilievi del caso così come il medico legale.

LEGGI ANCHE –> Lignano Sabbiadoro, 15enne stuprata in spiaggia

Ostia, lite per i soldi: strangola e uccide il padre. Il parricida si è costituito ai carabinieri

Secondo quanto si apprende dal portale leggo.it, il 43enne viveva con il padre, pertanto i  due da qualche anno litigavano spesso, anche per motivi legati ai soldi. Le incomprensioni sono nate alla morte della madre del cittadino romano ed erano alimentate dalle continue accuse del padre che rimproverava al figlio la mancanza di un lavoro. Al culmine dell’ennesima lite il figlio ha strangolato a morte il padre. Il parricida si è consegnato ai carabinieri presentandosi in piena notte in caserma e raccontando poi quanto avvenuto. Il 43enne, arrestato per omicidio, è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

LEGGI ANCHE –> Si accorge di avere un ragno in auto e va fuori di testa, schiantato contro un palo