Coronavirus, il bollettino del ministero della Salute: oggi in Italia 239 contagi ed 8 decessi nelle ultime 24 ore

Coronavirus

Coronavirus: il bollettino dal ministero della Salute di oggi vede i dati dei contagi in calo. Con 239 positività nelle ultime 24 ore. Ci sono però anche 8 vittime. Ma vediamo nel dettaglio tutti i numeri del bollettino del 2 agosto

Come detto sono 239 i contagi, in calo rispetto ai 295 registrati nella giornata di ieri. In aumento invece le vittime in un giorno: oggi sono 8, ieri erano state 5. Si apprende che tutti i decessi riguardano la Lombardia. Che rimane la regione più colpita. Il totale complessivo dei casi da inizio emergenza arriva a 248.270.

Buono il dato dei tamponi effettuati, anche se in calo di 17mila rispetto a ieri. Il dato di oggi evidenzia i 43.269 soggetti che hanno ricevuto un tampone nelle ultime 24 ore. Purtroppo nella giornata di oggi non ci sono regioni a zero positivi.

I guariti e i dimessi in un giorno sono 231, con il dato che cresce ed arriva a 200.460 da inizio emergenza. Il dato maggiore sui contagi riguarda tre regioni. E si tratta dell’Emilia Romagna con 49 casi, poi ci sono il Veneto con 45 e la Lombardia con 38.

–> Leggi anche Coronavirus e calcio, Galli: “Evitare gli assembramenti anche allo stadio”

In Lombardia ci sono 38 casi di positività nelle ultime 24 ore. Le vittime di oggi tutte nella regione più colpita

Coronavirus: in Lombardia ci sono oggi 38 casi di positività, e da questo numero ci sono state 6 persone classificate come debolmente positive. Mentre altre 4 sono state intercettate a seguito di test sierologici che vanno avanti in tutta la regione.

Il dato più preoccupante riguarda i decessi: tutte le 8 vittime di oggi a livello nazionale provengono infatti dalla Lombardia. Con il dato complessino che arriva a 16.815 da inizio emergenza.

–> Leggi anche Coronavirus: “In Italia ci sono 2mila decessi al giorno, ieri 5 di Covid”

Coronavirus

La situazione sui guariti e i dimessi fa registrare nelle ultime 24 ore un +164. Sono 153 i malati in reparto, con un -5 in un giorno. 

–> Leggi anche Coronavirus: la crisi come una guerra, calciatore serie A smette di giocare