Si moltiplicano gli appelli a non abbassare la guardia sul fronte coronavirus. Il Ministro della Salute Speranza: “Continuare a seguire la linea della prudenza e della gradualità”

Covid-19, Speranza: "Continuare a seguire la linea della prudenza e della gradualità"
Il Ministro della Salute Roberto Speranza

Per quanto il peggio sia ormai alle spalle, si moltiplicano gli appelli a non considerare eradicato il coronavirus e di conseguenza a non abbassare la guardia: come ha ammonito Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute, il virus cinese continuerà a circolare ancora per molti anni. E così, ultimo in ordine di tempo, anche il titolare del dicastero della Salute, Roberto Speranza, ha messo in guardia: “Dobbiamo continuare a seguire la linea della prudenza e della gradualità. 220 mila contagi da covid-19 in un solo giorno a livello mondiale: mai prima un numero così alto in sole 24 ore. Questo ci dice che la battaglia non è ancora vinta e che serve molta attenzione da parte di tutti”.

LEGGI ANCHE –> Ricciardi: “Il coronavirus durerà anni, Stato di Emergenza indispensabile”

Coronavirus, Speranza: “Prudenza e gradualità”. Catalogna, lockdown in 8 comuni

Il Ministro Speranza nel proprio monito faceva riferimento all’ultimo report diffuso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità secondo il quale in sole 24 ore a livello globale sono stati registrati 230.370 nuovi casi di positività al virus cinese portando così il totale dei contagi a 12,5 milioni. Dall’inizio della pandemia il dato relativo ai decessi ammonta a  561.617 di cui 5.285 nelle ultime 24 ore. Le Americhe restano il continente più colpito del mondo con 142.992 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 3.500 decessi. Segue il Sud-est asiatico con poco più di 33 mila nuovi casi e 650 morti. Intanto, il governo della Catalogna, regione della Spagna, ha ordinato il confinamento totale degli abitanti della città di Lleida, quasi mezzo milione, e dn altri sette comuni della zona di Segrià a causa di un focolaio incontrollato di Coronavirus. La popolazione dovrà restare a casa tranne che per andare al lavoro o per spostamenti necessari. La Catalogna ha registrato un incremento di 816 contagi in 24 ore mentre nella sola Barcellona, capoluogo della Catalogna, sono quadruplicati i casi in 12 giorni. Nella provincia di Lleida sono oltre 100 i pazienti ricoverati.

LEGGI ANCHE –> OMS: “Stabilito un nuovo record di contagiati in tutto il mondo”