Pedopornografia: venti minori, dai 17 ai 13 anni, che sono stati denunciati nell’inchiesta della Procura di Firenze

Pedopornografia

Pedopornografia: una vera e propria ‘chat degli orrori’ quella scoperta dalla Polizia postale a Firenze. Con immagini violente e pornografiche anche con minori coinvolti. Tutto è scattato dopo la denuncia di una mamma che ha scoperto un video sul cellulare del figlio di 17 anni. Il minore sarebbe stato anche l’organizzatore della chat.

La donna ha denunciato l’accaduto, inconsapevole che proprio il figlio fosse l’organizzatore della ‘chat degli orrori’. La Polizia postale, coordinata dalla Procura dei minori di Firenze, è riuscita a scoprire dopo mesi di indagini accurate quello che veniva fatto netta chat tramite Whatsapp e Telegram.

I minori coinvolti hanno tutti un età che va dai 13 ai 17 anni. L’organizzatore come detto è il più grande del gruppo dei venti minori e ha 17 anni.

–> Leggi anche Coronavirus, Robert De Niro quasi ridotto sul lastrico

Le accuse ai minori: detenzione divulgazioni cessione di materiale pedopornografico e istigazione a delinquere

Pedopornografia: i 20 minori adesso sono accusati di detenzione divulgazione e cessione di materiale pedopornografico ed istigazione a delinquere aggravata. Le indagini hanno portato alla luce che il gruppo faceva circolare anche immagini di decapitazioni umane ed animali. Ma anche torture. I giovani hanno confessato di provare piacere nella visione di quelle immagini.

La Polizia postale ha provveduto al sequestro di telefoni ma anche tablet e pc dei minorenni per arrivare a scoprire una quantità indescrivibile di materiale pedopornografico. L’attenzione degli investigatori adesso punta a scoprire la fonte di quel materiale che il 17enne divulgava agli amici del gruppo.

Per questo motivo si apprende che l’inchiesta, che parte dal capoluogo toscano, si è allargata in altre regioni. Si tenta di stanare la rete degli organizzatori e capire come sia possibile arrivare con questa facilità all’acquisizione del materiale.

–> Leggi anche Coronavirus, Usa: oltre 63 mila casi di positività in 24 ore

Pedopornografia

Tra le città coinvolte nell’inchiesta ci sono anche Reggio Emilia Napoli Milano Roma Potenza Vicenza, ma anche Pavia Lecce Varese Ancora Ferrara e Cesena.

–> Leggi anche Michelle Hunziker dichiara: “Un figlio? la priorità è un’altra!”