Coronavirus: lo annuncia il presidente del Consiglio da Palazzo Chigi insieme al ministro all’Istruzione Azzolina

Coronavirus

Coronavirus: il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa da Palazzo Chigi insieme al ministro all’Istruzione Lucia Azzolina, annuncia importanti novità per la scuola. In particolar modo per il prossimo anno scolastico.

Dopo le criticità della crisi, e un anno 2019-20 travagliato, si cerca di correre ai ripari. E di garantire al massimo il diritto allo studio ai giovani. Oltre che la sicurezza nelle strutture, ma anche in eventuali nuove e difficili emergenze.

Il premier ha annunciato che verrà stanziato un miliardo di euro in investimenti scolastici. Ma anche che non saranno tollerate da qui in avanti le cosiddette classi pollaio. Da evitare i sovraffollamenti e le criticità nelle aule date dalla presenza di troppi alunni.

Il mininstro Lucia Azzolina ha poi aggiunto che vi saranno degli spazi gestiti dalle scuole mediante un software. Con il 15% degli alunni che saranno portati fuori dagli istituti per varie attività.

–> Leggi anche Coronavirus, il bollettino del 26 giugno: tutti i dati dalle Regioni

Il premier: “L’anno scolastico comincerà il 14 settembre, chiudere le scuole è stata una decisione molto sofferta”

Coronavirus: il premier Giuseppe Conte e il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina hanno anche fatto il bilancio di questi mesi difficili. Che hanno segnato l’anno scolastico che si è chiuso in modo atipico rispetto al passato.

Conte afferma che il governo ha fatto tutto quello che era nelle proprie possibilità. E che il prossimo anno scolastico comincerà il 14 settembre. Niente classi pollaio, quindi. Ma anche regole del distanziamento di un metro che dovranno essere mantenute.

I ragazzi potranno tornare in sicurezza a scuola, perché la decisione di chiudere gli istituti a causa dell’emergenza rimane una delle più sofferte. E che si spera non si dovrà più ripetere in futuro.

–> Leggi anche Coronavirus, Bill Gates è sicuro: “Vaccino disponibile entro fine anno”

Coronavirus

Poi nella parte economica il premier parla anche dei provvedimenti che si dovranno avere con il recovery fund, e la somma di un miliardo per la scuola.

–> Leggi anche Coronavirus: quando di preciso è arrivato in Italia? Uno studio fa chiarezza