Coronavirus: alta tensione a Mondragone, dove è stata istituita una zona rossa in un complesso residenziale

Coronavirus

Coronavirus: alta tensione a Mondragone (Caserta) dopo che il sindaco Virgilio Pacifico ha istituito una zona mini rossa. Dal 22 giugno i residenti del complesso degli ex palazzi Cirio sono costretti a rimanere all’interno dello stabile dopo lo scoppio del focolaio.

Si tratta per lo più di cittadini stranieri, in maggioranza bulgari che lavorano nelle campagne limitrofe come braccianti agricoli. Molti di questi sfruttati anche da imprenditori bulgari, hanno violato la quarantena per paura di perdere il lavoro.

Per questo motivi ci sono stati forti scontri con gli abitanti di Mondragone che protestano contro la violazione della quarantena. Dopo che uno straniero ha scagliato una sedia dal balcone contro i manifestanti, i cittadini di Mondragone sono passati all’assalto.

Sfondati i finestrini della auto dei bulgari parcheggiate sotto i palazzi. Situazione al limite del sopportabile, tanto che il governatore De Luca ha richiesto l’esercito per evitare la fuga dallo stabile.

–> Leggi anche Meteo: in arrivo un weekend infuocato in tutta Italia. Le città più calde

Il governatore De Luca ha richiesto al ministro Lamorgese un centinaio di militari per evitare le fughe dalle palazzine

Coronavirus: situazione preoccupante a Mondragone dopo la protesta dei cittadini italiani contro i bulgari delle palazzine ex Cirio. Tanti i positivi tra i residenti bulgari, che sono riusciti a scappare dalle palazzine. Con il rischi contagi che aumenta.

Tanti gli asintomatici tra i positivi, ad oggi i casi sono 49 all’interno delle palazzine. Lo scontro di stamattina per fortuna è rientrato, ma la situazione al momento appare difficile. Con i bulgari che non accettano la zona rossa. E gli italiani sul piede di guerra.

L’esercito e il presidio del territorio potranno contribuire al mantenimento dell’ordine e a far stoppare i contagi.

–> Leggi anche Coronavirus, il bollettino del 25 giugno: i dati aggiornati dalle Regioni

Coronavirus

Prosegue il trasferimento delle persone positive all’ospedale Covid Hospital di Maddaloni. Nella struttura ci sono attualmente 19 ricoverati.

–> Leggi anche Coronavirus, Pregliasco esulta sui dati: “Vi devo dare una bella notizia”