Fase 2: un miliardo di mascherine al mese, per oltre 440mila tonnellate di rifiuti da smaltire solo nel 2020

Fase 2

Fase 2 e comportamenti sbagliati dei cittadini. Troppi i casi da segnalare e le cattive abitudini che non sono cambiate per gli italiani e in generale per i cittadini del mondo. Anche dopo il lockdown la situazione è peggiorata e non migliorata.

La pandemia non ha cambiato le cose, troppi i casi registrati. Basta dare uno sguardo alle nostre strade e all’ambiente in generale. Con migliaia di guanti e mascherine gettate per terra senza alcun problema. Con milioni di particelle di plastica e materiali sintetici che vanno a finire anche nei nostri mari.

Immagini assurde arrivano dalle acque del mare delle Antibes, nella Costa Azzurra in Francia. Ma si possono trovare anche esempi più vicini a noi con l’allarme lanciato dall’associazione Marevivo Onlus che mostra immagini di alcune spiagge siciliane invase da guanti e mascherine.

–> Leggi anche Fase 2 e multe folli: sanzionato perché fumava sigaretta senza mascherina

L’allarme del WWF: con le particelle di plastica in natura  mangiamo un grammo di plastica circa a settimana

Fase 2 caratterizzata dall’utilizzo di mascherine e guanti nell’ambiente. Secondo uno studio condotto da ricercatori del Politecnico di Torino, entro la fine del 2020 vi saranno 440mila tonnellate di rifiuti in più da smaltire a causa del consumo di guanti e mascherine.

Con il rischio di andare incontro ad una catastrofe naturale senza precedenti. Se si va nello specifico giornaliero si calcola – grazie ad una stima di Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – un consumo di 35-40 milioni al giorno tra guanti e mascherine.

Un numero spaventoso. Che purtroppo rappresenta la triste realtà. Se ci fosse un corretto smaltimento non ci sarebbero ulteriori problemi. Con la criticità dello smaltimento che abbiamo raccontato.

Ma in caso di una raccolta sbagliata (con mascherine e guanti gettati in ambiente) con solo l’1% non corretto, ci sarebbero circa 10 milioni di mascherine e guanti in circolazione. Con il rischio di plastica e materiali sintetici ingeriti da animali e pesci.

–> Leggi anche Coronavirus: ci sono migliaia di contagi nei mattatoi di tutto il mondo

Fase 2

Da qui l’allarme lanciato dal WWF, che parla di rischio ambientale ma anche per la salute. Perché ci troveremo a mangiare circa 5 grammi di particelle di plastica a settimana.

–> Leggi anche Assunta, la segretaria di De Luca che fa impazzire i social