Coronavirus: il 24enne di Rieti è stato fermato dalla polizia, si trovava in piazza insieme ad altri tre amici

Coronavirus

Coronavirus: un caso molto grave è accaduto a Rieti, con un 24enne che ha violato l’obbligo di dimora pur essendo positivo al tampone. La voglia di uscire di casa per raggiungere gli amici in strada ha fatto commettere il gesto sconsiderato al giovane.

Che senza pensare ai danni che avrebbe potuto creare alle persone a lui intorno è sceso per la movida. In una centralissima piazza del capoluogo, il 24  I. A. è stato fermato da una volante della polizia nel giorno di sabato 16 maggio.

Il giovane si trovava insieme ad altri tre amici, e senza alcun problema partecipava al sabato sera. Un comportamento assolutamente sconsiderato, che purtroppo potrebbe essere emulato da tanti giovani che sottovalutano i problemi di un eventuale contagio.

Gli agenti, avendo accertato la situazione di I. A., gli hanno intimato il ritorno a casa, oltre ad essere denunciato dalle forze dell’ordine. Per gli amici scatta la segnalazione all’Asl e la quarantena per aver avuto un contatto con il positivo.

–> Leggi anche Coronavirus, cliente malato gli sputa addosso: tassista si ammala e muore

Il giovane adesso rischia una sanzione da 500 a 5mila euro. E una pena detentiva da 1 a 10 anni

Coronavirus: storia folle che arriva da Rieti, con il 24enne I. A. che ha violato l’isolamento domiciliare per stare con gli amici in piazza e partecipare alla movida del sabato sera. Fermato da una volante della polizia, è stata scoperta la sua situazione.

Adesso si dovrà capire se anche i tre amici risulteranno contagiati, e se sul percorso in strada ha incontrato altre persone. Adesso il rischio per il giovane è di una multa da 500 a cinquemila euro.

Ma anche una pena detentiva che va da 1 a 10 anni, a seconda se ci possano essere dei contagiati o meno. La pena diventa ancora più pesante in caso di morte di un contagiato. Con gli anni che passano da un minimo di tre a un massimo di 15.

–> Leggi anche Coronavirus, bollettino dalle regioni: trend buono, contagi in calo ovunque

Coronavirus

Una vicenda che purtroppo racconta comportamenti spesso sconsiderati da parte dei giovani che continuano a sottovalutare i rischi della malattia.

–> Leggi anche Coronavirus: 60enne positivo si mette in viaggio: quarantena per 40 persone