Coronavirus: per l’Italia ci sarebbe già una data per il liberi tutti. Ma non elimineremo definitivamente la malattia

Coronavirus

Coronavirus e fase 3, quella del ‘liberi tutti’ insomma. Milioni di italiani si fanno questa domanda. Cercando di avere delle risposte certe sul ritorno definitivo alla normalità. Dopo oltre due mesi tra lockdown e parziale mobilità c’è bisogno di una ripresa.

Una risposta a questi interrogativi viene data da un team di scienziati cinesi che hanno addirittura formulato una data esatta per la fine della pandemia nel nostro paese. Anche se poi hanno affermato che non ci libereremo affatto del virus.

Che ritornerà con seconde ondate ancora più forti della prima. Per ricomparire ogni anno diventando una malattia stagionale. E’ questo lo scenario previsto dagli scienziati e medici del Chinese Pla General Hispital di Pechino.

Quindi, ci aspetterà un graduale miglioramento delle condizioni fino ad un periodo di normalità in quest’estate prima di rifare i conti in autunno con la malattia.

–> Leggi anche Fase 2, Sileri: “Dal primo giugno spostamenti anche tra regioni diverse”

Ritorno alla normalità dal 6 agosto. Ma non bisognerà cantare vittoria perché le seconde ondate saranno dure

Coronavirus e ritorno alla normalità che si fa attendere. Il processo per gradi proposto dal governo trova l’approvazione degli scienziati cinesi. Che prevedono nel medio breve periodo la fine dell’emergenza. Il 6 agosto si avrà il liberi tutti e la cosiddetta fase 3.

Ma sarà una gioia temporanea. Perché gli stessi scienziati pensano che a cominciare dall’autunno possano arrivare le seconde ondate. Che si dovranno considerare ancora più temibili di questa che abbiamo avuto.

Per gli esperti cinesi addirittura dovremo convivere con la malattia. In quanto diventerà stagionale con le ondate cicliche che si ripresenteranno con un frequenza abbastanza stabile. Con il virus che non scomparirà mai del tutto.

Continuando a circolare per sempre. Per questo si dovrà convivere con l’emergenza modificando le abitudini e gli stili di vita. Lo scenario che si prospetta è quello di emergenza stagionale.

–> Leggi anche Formula 1, l’addio di Vettel alla Ferrari. Il sostituto sarà Carlos Sainz jr

Coronavirus

Argomento trattato anche da Anthony Fauci che negli Usa ha lanciato l’allarme anche sulla gravità della situazione che riguarda l’alto numero di morti.

–> Leggi anche Coronavirus, è degli studenti de “L’Orientale” di Napoli il primo docufilm