E’ da poco iniziata la fase 2, ma la gente che è in giro è troppa. Per questo il Viminale sta studiando una nuova stretta da attuare al più presto.

Troppa gente in giro, il Viminale studia una nuova stretta
Il Viminale sta pensando ad una stretta

Il 4 maggio è iniziata la Fase 2,ma in giro si vedono troppe persone. Per questo il Viminale sta pensando di attuare nei prossimi giorni una nuova stretta.

LEGGI ANCHE—>FASE 2, STUDIO GB: L’ITALIA RISCHIA 23MILA MORTI IN PIù PER IL CORONAVIRUS

In pochi giorni sono stati avvistati ragazzi che bevono caffè o che chiacchierano tra di loro. Sia loro che i titolari dei bar sono stati multati. Stessa sorte è capitata anche a chi va in giro senza mascherina, o a chi non mantiene la distanza di sicurezza.

Il Viminale starebbe pensando di attuare una nuova stretta per la troppa gente in giro.

I Centri Commerciali sono sicuramente sotto osservazione, perchè c’è il pericolo che si verifichino vari assembramenti, ma anche i parchi, dove si sono avvistate delle famiglie che facevano giocare i figli.

Per questo motivo il Viminale starebbe studiando una possibile stretta, che verrebbe applicata durante il weekend, quando c’è più possibilità di evasione da parte di tutti noi.

LEGGI ANCHE—>CORONAVIRUS, RICCIARDI “SE LE COSE VANNO MALE, SI RICHIUDE”

Le Forze dell’ Ordine in questa Fase  sono tenuti a controllare tutti i luoghi in cui si potrebbero avere gli assembramenti, come autobus, metropolitane, stazioni, supermercati, ville, parchi, piazze.

Troppa gente in giro, il Viminale studia una nuova stretta
Troppa gente anche nei parchi e nei centri commerciali

Questa “libertà” ritrovata dopo 2 mesi di lockdown, potremmo anche perderla, se non si rispettano le semplici regole, come usare sempre la mascherina, sia nei luoghi chiusi che all’aperto, e mantenere una distanza di almeno un metro.