Coronavirus: per l’emergenza adesso si potranno ritirare le medicine direttamente in farmacia con un codice

Coronavirus

Coronavirus e gestione delle emergenze. Con la priorità del governo di evitare che troppe persone siano in giro. L’obiettivo principale resta quello di tenere quante più persone in casa con l’intento di fermare la diffusione della malattia su tutto il territorio.

Parte dell’Italia sta rispondendo bene all’appello, in alcune zone di meno. Per far si che le persone evitino al massimo la circolazione c’è bisogno di altri provvedimenti restrittivi. Si dovrà poter circolare solo per motivi di salute e per comprare generi alimentari.

Attesi nuovi provvedimenti nelle prossime ore. Intanto ieri durante la consueta conferenza di Angelo Borrelli sono state annunciate delle importanti novità in campo sanitario. In questa emergenza infatti si potrà ritirare medicinali in farmacia senza dover fare la ricetta dal medico.

Agli assistiti verrà consegnato un codice che darà la possibilità in questi giorni di evitare file ed assembramenti di persone negli studi medici.

–> Leggi anche Coronavirus, Caterina Balivo non rispetta la quarantena (VIDEO)

“Si potrà chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato e il Numero di Ricetta Elettronica”

Coronavirus: l’obiettivo primario è quello di tenere le persone e casa e di evitare gli assembramenti! Anche il ministro della Salute Roberto Speranza ha commentato questo importante provvedimento:

“Dobbiamo fare di tutto per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del coronavirus. Puntiamo con forza sulla ricetta medica via email o con messaggio sul telefono. Un passo avanti tecnologico che rende più efficiente tutto il Sistema sanitario nazionale”.

Poi l’ordinanza chiarisce nel merito la questione della ricetta elettronica: “Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica”.

–> Leggi anche Coronavirus: nel mondo superati i 10mila morti. Oltre 240mila i casi

Coronavirus

Importanti novità, dunque, anche per il futuro. Quando si uscirà da questa crisi si potrà utilizzare ancora questo strumento di innovazione del sistema sanitario. Che per anni è rimasto in attesa di riforme necessarie anche per renderlo moderno ed efficiente.

–> Leggi anche Coronavirus, Prof.Galli: “Durerà ancora tre mesi”