Scopriamo la dieta chiamata “dinner cancelling”, digiuno intermittente portato alla ribalta da Fiorello che ha dichiarato di saltare la cena e perdere peso

Dinner cancelling saltare cena Fiorello dieta perdere peso
Dinner Cancelling

Fiorello ha recentemente dichiarato di seguire come dieta il “dinner cancelling“, vale dire di “saltare la cena“. In questo modo il famoso showman si manterrebbe in forma. Uno schema alimentare ideato dal nutrizionista tedesco Dieter Grabbenel nel libro “Dinner-Cancelling (NIENTE CENA!)“. Il medico chirurgo specializzato in Medicina Interna, Cristina Tomasi, ha spiegato in cosa consiste il “dinner cancelling”. L’esperta, interpellata da ‘VanityFair.it‘, dichiara che si tratta di “una forma di digiuno“. Si tratta di una “modalità molto valida” in quanto si avvicina “al nostro ritmo circadiano alimentare“, per cui “non si dovrebbe mangiare la sera“. Quanto ai benefici, sono equiparabili ad altri tipi di digiuno intermittente. Grazie al “salto del pasto serale aumenta la concentrazione e l’energia, stimola la perdita di peso e di grasso corporeo, riduce i valori pressori, glicemici e di colesterolo, aumenta la sensibilità insulinica, previene la malattia di Alzheimer, aumenta la durata della vita riducendo i processi di invecchiamento, riduce i processi infiammatori, migliora la qualità del sonno. Questo digiuno, inoltre, rispetta i ritmi circadiani fisiologici intestinali: l’intestino è attivo di giorno dopo le 8.30-9 ed è attivo durante l’arco della giornata, ma la funzione gastro-intestinale, verso sera, si riduce“.

LEGGI ANCHE —> Eva Padlock senza limiti: ancora uno scatto bollente su IG. Fan impazziti!

LEGGI ANCHE —> Belen Rodriguez in intimo su Instagram esalta i suoi fan: “Sei una Dea”

Dieta: “Dinner cancelling”, saltare la cena come Fiorello e perdere peso

Dinner cancelling saltare cena Fiorello dieta perdere peso
Dinner cancelling

Il salto della cena, a differenza, ad esempio, della colazione, ci allinea meglio al fisiologico ritmo circadiano del nostro organismo“. Nel caso del “dinner cancelling” non si rilevano particolari problemi, tranne che per alcune categorie di persone, come “donne gravide, donne che allattano, persone sottopeso, persone malate, persone con disturbi dell’alimentazione e bambini fino alla fine della curva di crescita“. Quanto alla perdita di peso, il vantaggio del “dinner cancelling” rispetto ad altre diete è che con il digiuno intermittente essa “dura più a lungo, in modo persistente e sano“, purché negli altri pasti si evitino “grandi quantità di «cibo-spazzatura»“. Da ricordare però che “il digiuno intermittente non è una dieta miracolosa, che fa dimagrire senza attività fisica“, ma deve essere accompagnata “ad uno stile di vita sano e ne potenzia gli effetti positivi“. Infine la dottoressa Tomasi sottolinea che dopo colazione, pranzo ed uno spuntino verso le 17 fino “alla colazione successiva si pratica il digiuno. In questo arco di tempo, sono ammesse bevande non caloriche come acqua e tè, senza alcuna aggiunta di zucchero, dolcificante o latte“.