Alcuni scienziati hanno analizzato alcuni campioni di ghiaccio trovando ben 33 virus, molti dei quali ancora sconosciuti all’uomo, rimasti intrappolati nel ghiaccio da oltre 15.000 anni.

ghiacci sciolti virus

Una equipe di scienziati americani e cinesi ha condotto questa ricerca scavando nell’Altopiano del Tibet a circa 50 m di profondità, riportando alla luce 33 virus, di cui 28 sconosciuti alla comunità scientifica.

Cosa potrebbe succedere?

Lo scenario possibile prospettato da questi ricercatori è quanto mai apocalittico.

Questa è una nuova area di ricerca per noi. Il ghiaccio ospita diversi microbi, ma i virus associati e il loro impatto sui microbiomi del ghiaccio sono ancora inesplorati”, ha dichiarato Lonnie Thompson, uno dei coautori della ricerca.

Ciò che preoccupa di più gli scienziati è però l’estrema velocità con la quale i ghiacci si stanno sciogliendo.

Questa situazione potrebbe scatenare una piaga incurabile che potrebbe compromettere l’esistenza della vita sul pianeta. I pericoli racchiusi nel ghiaccio sono reali e, con gli aumenti dello scioglimento del ghiaccio in tutto il mondo, aumentano anche i rischi derivanti dal rilascio di microbi patogeni nell’ambiente”, scrive Scott Roger, professore della Bowling Green State University e autore del libro “Scongelare antichi microbi: genomi emergenti in un mondo più caldo”.

Il riscaldamento globale è una realtà e non ci resta molto tempo per intervenire.