Roma: indagine Carabinieri scopre una banda di 4 persone che agiva alle porte della capitale

Roma

Roma: i Carabinieri di Civitavecchia hanno denunciato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione 4 persone. I 4 avevano messo su un organizzazione che prevedeva lo sfruttamento di ragazze provenienti dall’Est Europa. E operavano in un parcheggio della via Aurelia. Che si trova alle porte della Capitale.

Le indagini dei militari dell’Arma hanno portato all’arresto dei 4 uomini dopo una denuncia di una giovane rumena. Denuncia che ha permesso di arrivare ai responsabili. Una triste vicenda che porta alla luce ancora il vasto fenomeno della prostituzione in strada che coinvolge tante ragazze straniere. Che molto spesso arrivano nel nostro paese con la speranza di lavoro e di una vita migliore.

E che invece, con l’inganno, vengono obbligate a mettere in vendita il loro corpo da parte di persone senza scrupoli. Che sono legate spesso anche alle organizzazioni criminali ramificate su tutto il territorio nazionale.

–> Leggi anche Limoni: sequestrate in Sicilia 20 tonnellate provenienti dalla Turchia

Al 64enne è stato revocato il reddito di cittadinanza che percepiva regolarmente

Roma

La vicenda come detto ha portato all’arresto di 4 uomini che agivano alle porte di Roma con attività di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Ma emerge anche un aspetto inquietante. Tra i 4 arrestati c’è un 64enne che percepiva il reddito di cittadinanza. In pratica di notte si dedicava alle attività illecite e di giorno si poteva godere anche il provvedimento statale. Senza avere l’assillo del lavoro.

Una situazione paradossale, che fa emergere ancora una volta de anomalie che riguardano il sussidio statale. A tanti viene negato, mentre ci sono tanti scaltri che ne approfittano e lo percepiscono senza averne i reali requisiti. Con l’indagine delle forze dell’ordine si è messo un punto anche sulla situazione del 64enne. Infatti i Carabinieri hanno provveduto immediatamente alla sospensione del reddito nei suoi confronti.

Una buona notizia per le tante ragazze che venivano schiavizzate dai 4 balordi e costrette a prostituirsi. Ma anche per i tanti cittadini che si aspettano giustizia. Anche di fronte a chi crede di violare la legge con atteggiamenti scorretti. Con la sospensione del provvedimento al 64enne magari ci sarà una persona onesta in più che lo potrà invece percepire.

–> Leggi anche Calcio: oscurati 15 siti illegali che trasmettevano partite in streaming