Il famosissimo chef stellato, Giancarlo Morelli, è caduto mentre sciava ed ha riportato gravissime ferite, vediamo cosa è successo.

Giancarlo Morelli, ha avuto un gravissimo incidente mentre sciava, come riporta il giornale Leggo, e si trovava nella zona di Val Badia, in provincia di Bolzano.

Vediamo cosa è successo e quali sono le condizioni del famosissimo chef stellato.

Giancarlo Morelli gravissime ferite

Lo chef stellato, è stato portato presso l’ospedale di Bolzano, subito dopo la caduta dagli sci, le prime due notti le ha passate nel reparto di rianimazione dell ospedale.

E’ stato, successivamente, operato per cercare di sistemare le fratture che ha ricevuto in vari punti, e nello specifico al perone, alla tibia e alle vertebre cervicali.

Per fortuna, si sono escluse, lesioni del midollo, ed eventuali paralisi, l’intervento per sistemare le fratture è durato circa 6 ore.

LEGGI ANCHE —-> FERRARA: HA UN INFARTO MENTRE è ALLA GUIDA CON LA FIGLIA, RIESCE A PARCHEGGIARE E POI MUORE

Le notizie che arrivano dalla famiglia, dicono che lo chef stellato è in ripresa.

La dinamica dell’incidente ancora non è del tutto chiara, e non ha saputo aiutare nemmeno l’istruttore, che in quel momento era girato.

Probabilmente, non andava molto veloce.

LEGGI ANCHE —-> CALL CENTER: STOP ALLE TELEFONATE ANCHE DAL CELLULARE

Su Instagram, in tanti hanno scritto messaggi sul profilo dello chef Morelli, sia persone comuni che vip.

La parte peggiore è passata, e fortunatamente, non causando gravissime conseguenze, adesso deve riprendersi.

Nel momento che era stato portato al pronto soccorso, si era temuto un danno al midollo osseo, ma così non è stato.

Fortunatamente, lo chef Morelli, indossava il casco e si sono evitati danni peggiori. Al momento, dal suo profilo Instagram, sono i parenti che rispondono, perché, ovviamente lui non può.

View this post on Instagram

I colori. Noi cuochi siamo proprio come i colori. Il rosso piace a Maria ma non a Giovanna. Il giallo piace a quasi tutti, il Viola a pochissimi, il blu piace a Roberto ma fa schifo a Elena. A volte frustrante, difficile da capire. La libera interpretazione di certe dinamiche psicologiche sono un enigma anche per le menti eccelse. Lo stesso piatto servito la stessa sera, nello stesso ristorante, cucinato dalle stesse mani con lo stesso ingrediente può suscitare sensazioni, sentimenti, giudizi e critiche totalmente opposti. Difficile, anzi praticamente impossibile piacere a tutti, ci si prova. Cerco di ridurre al minimo gli errori tecnici, di eliminare le sbavature superflue, ma come faccio a far piacere il mio risotto a colui che è abituato a mangiarlo con 17 minuti di cottura se il mio scappa dai fornelli dopo 13 ? Eppure errori tecnici, non ce ne sono, il cliente del tavolo 12 mi chiama per congratularmi … i tagliolini sono spettacolari, la scelta degli abbinamenti è perfetta, che non ha mai mangiato un tagliolino così ben fatto. Sbalordito lo guardo a bocca aperta, dopo quarant’anni da cuoco ancora riesco a stupirmi … il cliente del tavolo 20 mi ha appena detto che i tagliolini sono appena sufficienti. @morellimilano @pomiroeu @bulk.bar @phibeachofficial . . . #giudizi #giancarlomorelli #cucina #love #food #italianfood #morellimilano #bulkmixologybar #milano #milan #neverstop #lovemyjob

A post shared by Giancarlo Morelli (@giancarlo_morelli) on