Morbillo, scatta l’allarme: nel 2018 oltre 140mila morti nel mondo. Sono tragici anche i dati che fanno riferimento al 2019

Morbillo

Morbillo, una malattia da tempo quasi superata in Italia in quanto a pericolosità, fa scattare l’allarme per i dati che fanno riferimento all’anno 2018. Perchè, incredibile ma vero, purtroppo ancora oggi nel mondo si muore di questa malattia. Dati che ovviamente fanno riferimento alla popolazione mondiale ma che restano molto gravi. Lo scorso anno sono state 150 mila le persone che sono morte a causa di questa malattia. E i numeri dell’anno che sta per chiudersi non sono affatto rassicuranti. Infatti si parla di un peggioramento della situazione con oltre quattrocento mila morti. Con i dati a novembre.

Da chiarire che per questa malattia difficilmente si muore nei paesi industrializzati e nell’Occidente in generale. Le morti, con questo alto tasso, provengono soprattutto dai paesi ancora sottosviluppati o in via di sviluppo. Africa in primo luogo. Infatti il dato peggiore relativo alle morti del 2019 proviene dalla Repubblica Democratica del Congo con 250 mila casi. L’incremento rispetto al 2018 è in ogni caso del triplo.

–> Leggi anche Simona Ventura mostra il suo anello di fidanzamento. Matrimonio nel 2020

I dati preoccupanti sono tratti dai report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Morbillo

I dati preoccupanti sulle morti per questa malattia sono tratti dai report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che traccia una mappa delle emergenze in tutto il mondo con le varie percentuali che purtroppo non si arrestano rispetto allo scorso anno. Come detto ad essere maggiormente colpiti sono gli stati africani, soprattutto quelli più indietro nei processi di modernizzazione. Dove lo scoppio di epidemie resta purtroppo all’ordine del giorno.

La mappa dei paesi più colpiti dal fenomeno è circoscritta a questa tipologia di paesi. Nello specifico si tratta come detto di Repubblica Democratica del Congo, Liberia, Somalia e Madagascar. Paesi che fanno parte dell’Africa Sub-Sahariana. Ma con stupore si apprende che anche in Ucraina c’è questo tipo di emergenza. Unico paese europeo a dover combattere questa malattia che da anni nel nostro paese non rappresenta più una minaccia.

E il dato preoccupante sta nel fatto che questi cinque paesi da soli rappresentano la metà del dato mondiale sulle morti per morbillo. Ricordiamo che il morbillo è una malattia che colpisce in gran parte bambini e giovani.

–> Leggi anche Mela annurca: uno studio rivela che combatte il colesterolo cattivo