farmaci abuso reni
Alcuni farmaci possono fare male ai nostri reni in caso di abuso. Questi i medicinali a cui dover prestare attenzione nella somministrazione – ANSA/VIRGINIA FARNETI

Alcuni farmaci possono fare male ai nostri reni in caso di abuso. Questi i medicinali a cui dover prestare attenzione nella somministrazione.

Ci sono dei farmaci che fanno senz’altro bene per gli scopi per i quali sono stati concepiti. Ma ore ed ore di test in laboratorio nulla possono contro gli inevitabili effetti collaterali. Ogni medicinale infatti ne ha, e questi si manifestano specialmente nel caso di abuso indiscriminato. Difatti dei farmaci non si dovrebbe mai fare un utilizzo smodato.

Ad ogni modo, i nostri reni sono tra le parti del corpo più delicate in situazioni come questa. Fate bene attenzione dunque. Tra gli antibiotici bisogna fare attenzione a sulfamidici, vancomicina, meticillina e ciprofloxacina. I farmaci inibitori pericolosi per i nostri reni sono invece: rofecoxib, Valdecoxib, Celexoxib e COX-2.

Farmaci, l’abuso può nuocere ai reni: a quali bisogna prestare attenzione

Tra gli analgesici andateci piano con aspirina, ibuprofene, naproxene e paracetamolo. Contro il bruciore di stomaco non esagerato con omeprazolo, rabeprazolo ed esomeprazolo tra gli altri. Poi ancora ci sono antivirali come aciclovir, tenofovir ed indinavir.

Ed il Captopril, che cura l’ipertensione. Contro il distubo bipolare è indicato il Litio, ma anche quest’ultimo può risultare nocivo per i reni in caso di abuso.

Alla lista si aggiungono pure Fenitoina e trimethadione (anticonvulsionanti), clorochina, idrossiclorochina ed infriximan (artrite reumatoide) e vari agenti chemioterapici come mitomicina C, ciclosporina, tacrolimus, chinino, bevacizumab, cisplatino e pamidronato.