Reggiseni antirumorali hi-tech, la nuova frontiera sbarca anche sull’intimo. Reggiseni Hi-Tech. Oltre al comfort, questi reggiseni garantiscono sicurezza.

Un adolescente in Messico ha inventato un reggiseno per rilevare il cancro al seno. Ma funziona? E se sì, come?

Julian Rios Cantu, 18 anni, ha realizzato un reggiseno che secondo lui è un sistema di allerta precoce per i sintomi del cancro al seno.

Il reggiseno Eva, realizzato da lui e tre amici che hanno formato una società insieme, è solo nella fase di prototipo. Ma hanno raccolto abbastanza soldi per iniziare i test e, questa settimana, hanno vinto il primo premio ai Global Student Entrepreneur Awards.

La loro compagnia, Higia Technologies, ha battuto giovani imprenditori da tutto il mondo per vincere $ 20.000 (£ 15.500) per sviluppare la loro idea.

Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto ha twittato le congratulazioni a Julian dopo aver vinto i premi per l’imprenditorialità, e ha aggiunto una foto del giovane inventore con un esempio dei biosensori usati nel reggiseno Eva.

Come funzionerebbe un reggiseno che rileva il cancro?

I tumori cancerosi possono variare la temperatura della pelle a causa dell’aumento del flusso sanguigno. L’idea del reggiseno Eva è che i biosensori misurano le temperature, le registrano in un’app e avvisano l’utente di eventuali cambiamenti disturbanti.

Le donne che usano il reggiseno dovrebbero indossarlo per 60-90 minuti a settimana per ottenere misurazioni accurate.

  • Segni di cancro al seno spiegati, usando i limoni
  • Uno su sei cancri al seno non inizia con grumi
  • Perché lo screening del cancro al seno non è assolutamente affidabile?

In un’intervista dello scorso anno, Julian ha detto che avere i sensori all’interno di un reggiseno significherebbe che i seni erano nella stessa posizione ogni volta che venivano effettuate le misurazioni.

Funzionerà un reggiseno che rileva il cancro?

Questo è nelle fasi iniziali. Non è stato ancora completamente testato e ci sarebbero voluti degli studi medici prima che gli esperti di cancro iniziassero a raccomandarlo come un modo per trovare il cancro.

Anna Perman di Cancer Research UK ha detto alla BBC: “Sappiamo che i tumori spesso hanno un sistema anormale di vasi sanguigni, ma sappiamo anche che l’aumento del flusso sanguigno non è necessariamente un marker affidabile di cancro”

Ed aggiunge: “Al momento, non ci sono prove per dimostrare se questo reggiseno sia un modo affidabile per rilevare i tumori. Non è certamente una buona idea per le donne usare la tecnologia che non è stata testata in prove scientifiche di buona qualità”.

“È bello vedere giovani come Julian entrare nella scienza e avere idee che potrebbero aiutare nella diagnosi del cancro, ma una parte importante della scienza è un test rigoroso, per assicurarsi che innovazioni come questa avvantaggino i pazienti”.

Leggi anche questo articolo : La nuova tecnologia per l’Alzheimer che “recupera” la memoria senza farmaci?

Qual è il consiglio al momento per rilevare il cancro al seno?

Conosci il tuo corpo: questo vale sia per gli uomini che per le donne.

I primi segni di cancro al seno includono:

  • grumi nell’area del petto o delle ascelle
  • un cambiamento nella dimensione, forma o sensazione di un seno
  • fuoriuscita di liquido dal capezzolo (non dal latte materno)
  • dolore al petto

Trovare il cancro al seno in una fase precoce può fare davvero la differenza nella possibilità di sopravvivere alla malattia, quindi il nostro consiglio è di sapere cosa è normale per te, e se noti qualcosa di insolito, vedi il tuo medico

Leggi anche : MILANO DIGITAL WEEK 2019: IL PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Perché Julian ha inventato questo reggiseno?

Aveva una particolare motivazione personale per questo progetto, quando aveva 13 anni, sua madre era quasi morta dopo che il suo tumore al seno non era stato diagnosticato precocemente.

Un dottore le disse che i grumi che aveva trovato non erano maligni, ma il dottore aveva torto. 

Sei mesi dopo, una seconda mammografia scoprì che erano cancerogene e alla fine entrambi i seni furono rimossi.

Dopo aver studiato la malattia e le attuali pratiche diagnostiche, Julian ha avuto la sua idea, ha depositato un brevetto, raccolto alcuni amici per aiutare a gestire l’azienda e ha iniziato a realizzare un prodotto che spera di avere in vendita già alla fine del prossimo anno.

Leggi anche questo articolo potrebbe interessarti : Questo è quello che accade se una donna non porta il reggiseno per un mese