dado da cucina pericoloso
Il dado da cucina è pericoloso, secondo molti esperti

Il dado da cucina conterrebbe una sostanza cancerogena, come affermano molti esperti in seguito ad approfondite osservazioni. Ecco di cosa si tratta.

I dadi da brodo sono finiti al centro di aspre polemiche per via di alcune loro connessioni con l’insorgere di brutte malattie. In molti li ritengono dei concentrati di sostanze cancerogene. E tra questi c’è l’autorevole dottor Franco Berrino, epidemiologo dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Lui stesso afferma che, all’aumentare della temperatura alle quali questi alimenti vengono sottoposti, aumenterebbe anche la pericolosità di tali sostanze al loro interno. “L’hamburger alla piastra è il peggiore di tutti, così come l’arrosto. In questo caso le temperature contemplate sono di circa 250°.

Va un pò meglio invece coi 100° del bollito. Il dado conterrebbe il glutammato monosodico, identificato con la digla E621 e che è una eccitotossina del cancro. Almeno è così in Italia, mentre nel Regno Unito tale situazione non esiste più dopo che le autorità preposte hanno preso i dovuti provvedimenti.

E ad affermare questo sono degli appositi studi scientifici. Questa sostanza si trova anche nel sushi e nella cucina cinese. Il glutammato è presente anche in molti cibi in scatola e nelle patatine per conferire un sapore maggiore. Ma comporta, come possiamo vedere, degli effetti collaterali anche pesanti.

Si parte da comuni mal di testa per finire con patologie più gravi nel lungo periodo, come Parkinsom, Alzheimer e non solo. Sarebbe consigliato quindi avvalersi di prodotti equivalenti privi del glutammato.

Molte aziende, pur essendo consapevoli di tali effetti nocivi possibili, non rinunciano a questo additivo poiché i loro prodotti sarebbero invendibili.